Soldi nostri PDF  | Stampa |  E-mail
Lunedì 05 Ottobre 2009 19:41

                                                     Soldi  DUE AVVERTENZE .
1 - Per una miglior comprensione del post è utile leggere il precedente, VOTA ANTONIO, almeno la parte relativa al Piano Energetico Comunale.
2 - Qui raccontiamo di uno (dei tanti) sprechi dei nostri soldi; ovviamente , quando è il Comune lo "sprecone", ciò non avviene perchè qualcuno mette le mani in cassa. Vengono scritti dei provvedimenti di spesa( possono essere determine, delibere di Giunta o delibere del Consiglio). Il linguaggio può essere, per questa ragione, un pò più ostico. Però, fare la fatica di imparare un pò come si utilizzano i soldi pubblici (i nostri) è un gran bene per tutti.
Buona lettura. 


Avete bisogno di qualche migliaio di Euro per una spesa improvvisa e non sapete dove reperirli? Ma è facile : andate al Comune di Muggia . Un incarico, meglio se inutile, non lo negano a nessuno! Beh, non proprio nessuno. Se siete impegnati in attività socialmente utili - società sportive, assistenza , o altro - non è aria. Lo sanno bene le associazioni ambientaliste impegnate nella difesa del nostro territorio. Ma se siete

Leggi tutto...
 
Vota Antonio, vota Antonio! E io pago. Gli sprechi di cui siamo tutti responsabili. PDF  | Stampa |  E-mail
Domenica 27 Settembre 2009 19:35
Scrive Ilvo Diamanti, nel suo bel libro Sillabario dei tempi tristi : "In fondo, chi può stabilire se questi tempi siano o meno tristi? Ovviamente: chi li vive. Chi li attraversa e li valuta. In questo caso, la mia tristezza dipende e deriva dalla 'mia' difficoltà ad accettare quel che mi avviene intorno. Faccio fatica e anzi non riesco a riconoscermi in questo territorio informe, in questa plaga immobiliare per me senza senso; dove le relazioni personali sono povere e rarefatte, dove le persone si chiudono e si isolano, comunicano attraverso i cellulari, internet, i social network, dove le paure sono le lenti degli occhiali con cui guardiamo gli altri e il mondo, dove il mondo e gli altri arrivano nelle case e agli occhi delle persone attraverso i media, dove
Leggi tutto...
 
Buone notizie cercasi. PDF  | Stampa |  E-mail
Venerdì 11 Settembre 2009 22:41

Rieccoci.
Ci siamo concessi una pausa, di origine non proprio ferragostana . Volevamo, per non essere scambiati per catastrofisti o per inguaribili rompiballe, semplicemente riprendere con qualche buona notizia. L’attesa però si prolunga, e intanto si allunga l’elenco delle cattive/pessime, e allora riprendiamo.
A dire il vero nell’ultimo mese qualcosa di positivo c’è stato.
 Per  primo citiamo la

Leggi tutto...
 
Il nostro territorio POLO ENERGETICO NAZIONALE. Ne vale la pena? PDF  | Stampa |  E-mail
Giovedì 06 Agosto 2009 21:59

Con la passione che contraddistingue l’uomo, il Sindaco Di Piazza ha di recente scritto, sulle pagine del quotidiano locale, l’ennesimo intervento a favore di Trieste polo energetico nazionale. Il suo non è stato, al solito, un invito al dibattito, perché si è premurato di definire la cornice del suo argomentare, che suona così “adesso vi spiego quale grande occasione per Trieste e la sua economia siano il rigassificatore e la connessa centrale termoelettrica Lucchini; chi dice cose diverse fa demagogia”. Sinceramente il vecchio “ o te magni sta minestra o te salti dalla finestra” era forse brutale ma almeno onesto, perché il destinatario sapeva di avere preclusa ogni possibilità di scelta. Oggi che, almeno teoricamente, le scelte sono nelle nostre mani, il nostro massimo rappresentante locale esclude che esistano alternative “non demagogiche”. Le cose però non stanno come le descrive il Sindaco di Trieste, che nel suo spot energetico non ne dice una vera. Egli infatti mente

Leggi tutto...
 
Samurai muiesani PDF  | Stampa |  E-mail
Lunedì 20 Luglio 2009 21:36

 I veci come mi se ricorderà de sicuro. La 2^ guerra mondiale xe finida nel '45. No per tuti. No per Trieste, non per i istriani, e gnanca per i giaponesi. Ogni tanto infatti, l'ultimo nel 1974, 29 anni dopo la fine de la guera, dalle foreste dell'Indocina saltava fora un soldato giaponese. I iera stadi mandai soli, al servizio dell'imperatore del Sol Levante, ma co lu ga firmà l'armistizio nisun li ga avertidi. E lori là, anche 29 anni. Ostia, ubidienti, ma i iera anche pericolosi. Quei che gaveva la contraerea, con l'ordine "spara a tuto quel che svola se sconosciuto" i ga anche tirà zo un per de aerei de turismo.
A Muia più de qualchedun de la vecia famiglia comunista me ricorda

Leggi tutto...
 
Per opporsi all'interramento del Vallone di Muggia e al rigassificatore PDF  | Stampa |  E-mail
Giovedì 16 Luglio 2009 23:17

                                          L'occasione unica era data dall'essere Muggia e Trieste i Comuni su cui insiste l'Autorità Portuale. L'Autorità Portuale è unica. Come unico è il Piano Regolatore del Porto. Come unico è il Comitato che la governa di cui Muggia fa parte. C'erano tutti i presupposti per almeno provare a fermare l'iter autorizzativo del rigassificatore, che per procedere doveva passare attraverso il parere del Consiglio Comunale di Muggia. Se il Sindaco di Muggia non avesse vinto la battaglia avrebbe perlomeno dimostrato di voler difendere fino in fondo gli interessi dei propri concittadini. Era una battaglia da farsi, in palio c'era la stima dei muggesani e il diritto a rappresentarli tutti. Il Nostro pusillanime invece, avendo in mano carte vincenti , ha preferito svendere la propria autonomia e le prerogative di Sindaco. Ed è corso dal Presidente dell'Autorità Portuale Boniciolli (proprio una parte terza, non interessata) a farsi spiegare di essere impotente. Un vero eroe. Ma il suo peggio non sta nell'aver costruito per se e per il proprio consiglio comunale questo alibi pilatesco, ma nel condividere Il Piano del Porto nel suo insieme. La filosofia del Piano è semplice: tutte le attività portuali sono trasferite nel Vallone di Muggia, che viene in buona parte interrato (2 milioni di metri quadri). Se mai verrà realizzato il Piano la bora non alzerà più onde schiaffeggiando il mare perchè non ci sarà mare davanti a Muggia, ma solo moli fin quasi dentro il Centro Storico. Cambierà anche il nostro clima. E questo al nostro Sindaco piace.

Leggi tutto...
 
Il Comune di Muggia sperpera 18.500 Euro - Seconda puntata PDF  | Stampa |  E-mail
Giovedì 09 Luglio 2009 20:05

FolliaNella prima puntata scrivevamo che l'assessore del Comune di Muggia Edmondo Bussani è un caso unico: quando prende una decisione sbagliata puoi star sicuro che non la rivedrà mai. Ovviamente siamo stati facili profeti, ma la cosa non ci fa alcun piacere. Cosa è successo?
Alla nostra denuncia di sperperare il nostro denaro è seguita una interrogazione da parte di un consigliere comunale e anche un articolo sul quotidiano locale. E nello stesso articolo, la replica di Bussani : «Nessun doppione: il contratto con Italspurghi

Leggi tutto...
 
Il Comune di Muggia sperpera 18.500 Euro (soldi nostri) PDF  | Stampa |  E-mail
Martedì 30 Giugno 2009 21:19

L'assessore del Comune di Muggia Edmondo Bussani è un caso unico: quando prende una decisione sbagliata puoi star sicuro che non la rivedrà mai.  L'unica è sperare - vanamente ahimè - che se ne accorga da solo. Altrimenti tirerà dritto per la sua strada, soprattutto se qualcuno avrà l'incauta idea di segnalargli l'errore. Bussani, appunto, non sbaglia "per definizione". L'ultima perla ci costerà 18.500 Euro. Il perchè è presto detto. Parliamo del

Leggi tutto...
 
Doppio scempio ai Laghetti delle Noghere PDF  | Stampa |  E-mail
Sabato 27 Giugno 2009 22:10

Laghetti NoghereSe amate l'ambiente e volete farvi del male abbiamo un suggerimento: fate quanto prima una visita ai Laghetti delle Noghere.  Tornerete a casa domandandovi ancora una volta ( come amanti dell'ambiente purtroppo vi sarà già capitato) "in quale incubo sono finito/a ?"
Noi abbiamo cercato di documentare per voi il doppio scempio perpetrato a danno di quel luogo, ma le immagini non riescono stavolta a rendere l'idea . Fissano una situazione in apparenza quasi normale, mentre di normale c'è solo l'ignoranza, la burocrate indifferenza,  la mancanza di amore, l'inettitudine di amministrazioni e aziende pubbliche.  Cosa è successo?

Il primo scempio è opera dell'

Leggi tutto...
 
Nuova Rotonda alla foce dell'Ospo - Ristorante Stazione. Ne abbiamo discusso con la Provincia PDF  | Stampa |  E-mail
Domenica 14 Giugno 2009 20:36

Venerdì 12 Giugno l'Associazione ha incontrato  le Commissioni consiliari permanenti I e IV della Provincia di Trieste per discutere le proprie proposte di modifica del progetto di rotonda che verrà realizzata in entrata a Muggia all'altezza della foce del  Rio Ospo/Ristorante Stazione. Come potrete

Leggi tutto...
 
Ciclabili. Muggia meglio di Capodistria, Isola e Portorose PDF  | Stampa |  E-mail
Martedì 09 Giugno 2009 00:34

Ciclabile muggesana: il fondo è in fogli di quotidiano, progetto Giunta NesladekNelle nostre uscite percorriamo spesso le ciclabili di Capodistria, Isola e Pirano Portorose. Circa ogni 6 mesi nuovi tratti di ciclabile, lunghi qualche centinaio di metri, vengono messi a disposizione di noi ciclisti, e dei pedoni in genere. Oggi, fine primavera 2009, abbiamo tenuto a battesimo tre nuovi tratti : nel capodistriano in direzione Vanganel due belle rotonde e circa trecento metri; a Strugnano, dal semaforo verso il Belvedere, 200 metri; a Portorose , eliminando una intera corsia del lungomare (la strada era a 4 corsie, le  due centrali di scorrimento e le due esterne a parcheggio) hanno triplicato la larghezza del marciapiede lungo il mare, e realizzato nuovi 500 metri,. E così, 2 volte all'anno, metro dopo metro, i comuni del litorale sloveno stanno diventando un piccolo paradiso per ciclisti ed escursionisti. Da Ancarano, o dal confine di Rabuiese, si arriva ormai attraverso più percorsi, fino alle saline di Sicciole. Però noi muggesani siamo meglio. Da quando Nesladek è

Leggi tutto...
 
Locuste TAV in Val Rosandra PDF  | Stampa |  E-mail
Lunedì 18 Maggio 2009 22:05

 Le nuove locuste sono qui! E attraverso le "Grandi Opere" si ciberanno di ciò che resta del nostro territorio. E noi possiamo al massimo organizzare una festa campestre per esorcizzarne la paura. Ma non ci salveremo. Ne siamo sicuri perchè è un film già visto e sempre in programmazione in ogni parte del globo. Anche le parti in commedia sono le stesse sia che la storia sia ambientata in Argentina, negli Stati Uniti o da noi in Italia. Ci sono innanzitutto i politici : ci racconteranno (oh, lo stanno già facendo) quanto sono necessarie le grandi opere, quanto lavoro e sviluppo dipendono dalla loro realizzazione. E' indifferente che siano di centro-destra o di centro-sinistra : sono tutti

Leggi tutto...
 
Un nuovo muro di traffico tra Muggia e Trieste PDF  | Stampa |  E-mail
Mercoledì 25 Marzo 2009 09:25

Tornerà ad essere impossibile per i muggesani raggiungere Trieste con tempi di percorrenza non biblici? E' quanto ci si deve chiedere alla luce delle cose che stanno avvenendo, da ultimo con la viabilità proposta dall'Ente Porto per il suo nuovo Terminal Ro Ro. Andiamo con ordine. La zona della Valle di Noghere-Aquilinia continua ad essere interessata da importanti progetti, tutti di grande impatto e con grandi riflessi locali. Uno dei principali aspetti è la viabilità, per la quale si gioca una partita determinante per la mobilità veloce e sicura dei nostri concittadini. Il tratto di Grande Viabilità aperto di recente ha

Leggi tutto...
 
Inizia male Agenda 21 PDF  | Stampa |  E-mail
Martedì 17 Marzo 2009 23:20

Lunedì 9 marzo  a Bagnoli ( Teatro F. Preseren), e martedì 10 marzo a Muggia ( Sala Millo) si sono svolte le assemblee di presentazione di Agenda21 , denominata quest'anno Partecipassieme/Sodeluj Skupaj. L'iniziativa è promossa congiuntamente dai Comuni di San Dorligo della Valle – Dolina e di Muggia e dalla Provincia di Trieste :l'ente capofila  è il Comune di San Dorligo della Valle. I temi di discussione proposti sono il  turismo sostenibile e il risparmio energetico.
Ricordiamo brevemente cos'è Agenda 21. Nei documenti si definisce

Leggi tutto...
 
Costa Alta. Era da rilasciare la concessione edilizia ? PDF  | Stampa |  E-mail
Martedì 10 Marzo 2009 00:29

Una brutta storia. Gli appartamenti sul lungomare stanno per essere consegnati. Il colorato complesso denominato Costa Alta presto avrà i suoi primi inquilini, tutti sicuramente ignari di un'iter burocratico, quello legato alla concessione edilizia, lungo e non proprio limpidissimo. Ma andiamo con ordine.  Era dagli anni '80 che il proprietario del terreno inseguiva la possibilità di costruire. I problemi erano difficili da risolvere : a quel terreno in scarpata ,subito accanto al Villaggio del Pescatore, era

Leggi tutto...
 
Venerdì 02 Gennaio 2009 15:31

Auguri, bori e tempo de goderli.

Finisce l'anno e ne sta per cominciare uno nuovo. Tempo di bilanci. Per la nostra Provincia termina un anno straordinario: siamo riusciti, grazie all'impegno di tanti, a dare quasi definitiva concretezza al rigassificatore di Zaule. Grazie, e Auguri. Dovremmo ringraziare tutti coloro si sono strenuamente impegnati per garantire a noi tutti un futuro più ricco, più sicuro, connesso alla realizzazione di quest'impianto. Ma non è facile ricordarli tutti. Il perché di questo affollamento è cosa nota. Avete mai provato a buttare della mollica di pane a dei pesci sotto il molo? In un attimo saranno tutti addosso a quel pezzettino bianco. Come la mollica del nostro pane attrae il pesce, le parole (bastano quelle) investimento, milioni di euro, attraggono i nostri luminosi rappresentanti. Pecunia non olet, ma attrae irresistibilmente. Non è una malignità, provare per credere . Se non riuscite a farvi ascoltare dai vostri rappresentanti, troppo impegnati per rispondere alle e mail che gli inviate, o sempre troppo occupati per interessarsi alle questioni della tua via, del tuo rione, fingetevi un investitore. Scrivetegli che siete di una fantomatica società  e che avete intenzione di investire svariati milioni di euro: con la velocità di quei pesci l'e mail che pensavate non funzionante si animerà . Potrete constatare che il  vostro rappresentante (si, quello che avete eletto voi, quello sempre troppo impegnato) in fin dei conti è sempre lì (dove ormai voi pensavate non ci fosse nemmeno più) attento, anzi, solerte e a disposizione. E' per questo (il rigassificatore vale centinaia di milioni di euro) che volendo ricordarli per un augurio si rischia di dimenticarne qualcuno. Proprio per evitare di fare dei torti allora ne menzionerò solo tre, il virtuale podio della nostra Provincia , le medaglie d'oro , d'argento e di bronzo .
Come si fa in questi casi, prima di passare al podio, due parole su alcuni degli altri stupendi attori, nella speranza che nel 2009, anche perché spronati da questi auguri affettuosi, non ci facciano mancare il loro illuminato e  disinteressato impegno. Grazie e auguri ai nostri Governatori. Grazie Illy: quale luminosa marcia verso il bene comune ha compiuto la sinistra riformista grazie al nostro. Ma non ti dimenticheremo. In fin dei conti, se per gli attori contano non solo gli oscar ma anche le nomination, tu, unico al mondo, sei riuscito a portare ben due progetti di rigassificazione nel nostro Golfo. Buon rigassificatore, Illy. E non temere : la  compagnia di giro che ci hai lasciato, la preziosa presenza dei Rosato, Cosolini, Svech, vigila come te, e, stai sicuro, hanno imparato: fiutano la pecunia come Vascotto fiuta il vento. E grazie Governatore Tondo: che duttilità, quanta intelligenza politica. Sprezzante di ogni pericolo in campagna elettorale si è espresso contro il nostro radioso futuro  fatto di gas liquefatto (maledetti furlani). Ma la poltrona conquistata (anche con i voti dei contrari al rigassificatore, ma è un dettaglio) l'ha subito indirizzato. Che salto di qualità nella tradizione socialista cui Tondo si ispira. Da Loris Fortuna, che ha restituito la parola anche ai matti, a Renzo Tondo, che vuol togliere la parola anche ai sani. Grazie e buon rigassificatore. E Grazie e Auguri ai nostri Sindaci, che all'unisono, pur da sponde diverse e non volendosi bene (quale affiatamento sti politici) piroettano tra un voto contrario al rigassificatore in Consiglio Comunale e una strizzatina d'occhio a Gas Natural, da buoni domatori: con la gente ci sanno fare, con gli “investitori” ancor di più. Grazie e Auguri. Ancora una citazione, perchè ai piedi del podio troviamo il nostro amatissimo quotidiano. Un tempo si era conquistato sul campo l'ambito appellativo di “bugiardello”. Ora nemmeno le bugie escono da quelle pagine, omettono persino quelle, non si sa mai. Qualcuno ha scritto “giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda”. Appunto. Grazie Piccolo e Buon Rigassificatore .
E veniamo alle medaglie, tutti in realtà meritevoli della vittoria, ma coraggio,nel 2009 i metalli potrebbero cambiare. Terzo classificato e medaglia di bronzo L'OPINIONE PUBBLICA TRESTINA. Straordinaria performance: certo aiutata da cotanto giornale quotidiano, e da politici così determinati, è riuscita a digerire senza battere ciglio le poche, ma probabilmente sufficienti, notizie che purtroppo sono dovute comparire intorno a questo impianto. Ma non c'è stato problema. Si, è vero, qualcuno ha tentato di dire che in tutta Europa e negli Stati Uniti, per precauzione e sicurezza, non c'è un impianto del genere così a ridosso delle città; altri hanno evidenziato come al mondo viene soddisfatta soltanto il 50% di domanda di gas liquefatto, perché non c'è capacità produttiva (come dire che verrà realizzato un impianto  che , forse, non riceverà il gas); che grande rischio per la società spagnola Gas Natural che lo costruisce e finanzia; ma no,  qualcun  altro ha scoperto e detto (quale perfidia) che solo in Italia l'investitore non rischia nulla poiché i nostri politici hanno stabilito che gli impianti di rigassificazione si ripagano non con il loro funzionamento, ma con le nostre bollette della luce, a quota fissa, che funzionino o non funzionino; qualcuno infine ha evidenziato l'incompatibilità dell'impianto con il nostro ecosistema, ma qui parliamo difficile. E infatti, l'opinione pubblica triestina, non si è fatta fuorviare da queste notizie . Tra un Grande fratello e l'altro ha continuato giuliva a (pre)occuparsi solo degli affari propri, come se l'impianto lo dovessero realizzare al Polo Nord, e non sotto casa. Auguri e Buon Rigassificatore, triestini! 
Al secondo posto, medaglia d'argento per un nonnulla, il prof. P.BEVILACQUA, autorevole esponente dell'Università di Trieste. Genio Italico. Gli spagnoli di Gas Natural non ci sarebbero riusciti mai. I tecnici spagnoli incaricati non riuscivano a non dire che, insomma, in certe condizioni, che a Trieste si possono verificare, il problema sicurezza esiste. Ma, come Cristoforo Colombo portò le navi spagnole alla scoperta dell'America, che altrimenti non sarebbero andate aldilà delle Canarie, il nostro eroe ha portato a Gas Natural la soluzione. C'è un problema di effetto domino in caso di incidente: si pone l'impianto su una planimetria della zona diciamo un po' datata  (di 60 anni fa?) dove mancano gli impianti costruiti dopo e l'effetto domino è risolto. La temperatura media dell'acqua del Vallone di Zaule nel periodo invernale è pericolosamente bassa (il rigassificatore usa l'acqua di mare che restituisce più fredda di 4-6 gradi) e corriamo il rischio di congelare il Vallone con conseguenze inimmaginabili . No problem : basta fornire le temperature medie del mare di Ancona invece di quelle di Trieste e il gioco è fatto. Dobbiamo veramente sperare che la nostra società, i nostri partiti non dimentichino il grande servigio fornito alla comunità da questo luminare e che alla prima occasione ne valorizzino le capacità . Speriamo di vederlo in Parlamento . Grande Bevilacqua, ha fatto vedere agli spagnoli di che pasta siamo fatti. Non c'è problema che un professore di una Università italiana non possa risolvere. Auguri e Buon Rigassificatore.
Al primo posto, medaglia d'oro,insidiata ma irraggiungibile, nel 2008 ha brillato la stella della Presidente della nostra Provincia, MARIA TERESA BASSA POROPAT. Straordinaria: gli altri trafelati, agitati, nervosi, e Lei.... mai un capello fuori posto , un perenne dolce sorriso sulle labbra e i problemi svaniscono. E come se, addormentandosi in spiaggia in un assolato mezzodì di ferragosto, il sole non la sfiorasse nemmeno, o come se passeggiando sui binari del treno di una linea trafficata i vagoni le passassero attraverso, o come se qualcuno  costruisse un grattacielo nel suo giardino e Lei continuasse a giocare con i nipoti, senza nemmeno girarsi. Che tempra. Gli altri, come abbiamo visto, un po hanno dovuto imbrogliare, qualche bugia, insomma qualche fastidio. Lei no: pensate siano i nervi saldi di una psicologa? No, di più,  Lei, con un training autogeno di stampo sovietico, è riuscita a non occuparsene. Per Lei il rigassificatore non esiste. Molto impegnata nell'opera di assistenza – non agli anziani, o ai poveri, sia ben chiaro, ma agli illiani orfani, tipo il nuovo portavoce della Poropat, Angelo Baiguera, non stanco di prebende pubbliche con il nostro denaro – non ha trovato il tempo per dire “be” sul rigassificatore.  Presidente a Vita, questo dovrebbero fare. Lei sta alla Provincia come la mummia del faraone sta alla piramide.  Un Ente morto da tempo presieduto dal Nulla. L'interprete perfetta del sogno triestino. Lei è il prototipo del Nuovo Amministratore Democratico.  W W Bassa Poropat. Auguri e Buon Rigassificatore.
 
Benvenuto/a!
Forse non ci cercavi, ma ci hai trovato. Ai frequentatori della Rete può succedere di cercare una cosa e di trovarne un'altra ( il nostro rapporto con i motori di ricerca è sempre perfettibile). Ma se sei arrivato fino a qui, anche per sbaglio, sei comunque su una buona strada, quella della curiosità. E allora, in nome della curiosità, Ti invitiamo -soprattutto se hai già forte il sospetto di aver aperto la pagina sbagliata - a lasciarla aperta. Non richiudere subito. In questo sito ci proponiamo di tenerla viva, la Tua curiosità, trattando temi che ci riguardano tutti. Essere curiosi è il motore del mondo, il premio minimo, quello di consolazione, è la consapevolezza di se e del perchè delle proprie scelte.  Voler informarsi però sconta sempre problemi difficili da superare. Un primo problema è che l'informazione costa fatica : non possiamo farci nulla, possiamo solo lenirla con il suo retrogusto,  la soddisfazione di sapere. Suggeriamo un modesto ma efficace rimedio. Fatelo un pò alla volta (ma fatelo).  Un altro problema,  quello che gli organizzatori di questo sito temono maggiormente, è legato al proprio sentimento di appartenenza. Frequentiamo (con fatica) solo i mondi che abbiamo deciso di riconoscere e che ci riconoscono. E li accettiamo. Talvolta senza ragione. Ma se, per esempio, ignoriamo i risultati di tutte le squadre meno quelli della nostra  perchè siamo bianconeri o rossoneri, o tifosi della Triestina, questa nostra decisione "di appartenenza", che si manifesta in una sorta di irrazionale cecità, non toglie nulla alla ricchezza della nostra esistenza (anzi). Ma se, invece, siamo pro o contro il carbone, crediamo all'incenerimento dei rifiuti e alla termovalorizzazione o la riteniamo una follia, puntiamo sull'energia fossile o vogliamo la valorizzazione delle fonti rinnovabili, crediamo alla ciclicità degli eventi ambientali che viviamo o alla influenza determinante dell'uomo su di essi, ignorando i pro e contro di queste scelte o convinzioni, questa nostra decisione di "appartenenza" - sociale, politica, religiosa, ecc. non ha importanza - questa irrazionale cecità , potrebbe non essere così indifferente per il nostro futuro. E se alfine, dovessero prevalere comunque le Tue ragioni profonde, quel poco di informazione che avrai trovato qua non Ti nuocerà comunque.  Benvenuto/a!

 
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 4

DOCUMENTI PDF

Cerca