Rifiuti nel caos. Bussani travolto PDF  | Stampa |  E-mail
Sabato 23 Gennaio 2010 23:28

- Mercoledì 20 Gennaio ore 11.00
sala del Consiglio comunale di Muggia – incontro tra l'Amministrazione Comunale (Sindaco Nesladek e Assessore all'Ambiente Bussani) e i promotori del progetto di volontariato nel settore raccolta rifiuti ( associazioni Impronta Muggia e Ambiente e Vita, Pallacanestro Interclub e Parrocchia). L'amministrazione comunale respinge il progetto .
- Nel pomeriggio dello stesso giorno
Si riunisce la Giunta di Muggia. Il Sindaco comunica di avere ritirato la delega all'Ambiente all'assessore Edmondo Bussani .Il tutto nel lasso di tempo tra la fine dell'incontro del mattino e la Giunta del pomeriggio. E nel momento in cui sta per

 partire la campagna di informazione tenacemente voluta da Bussani, con il testimonial Muggy pagato con i nostri 18.000 euro. Ma soprattutto mentre è in pieno svolgimento (anche se nel silenzio più totale) la più importante gara di appalto indetta da questa Giunta, una gara da 4 milioni di euro.
Dal giorno precedente,19 Gennaio, è pubblicato sul sito del Comune il capitolato dell'appalto del servizio di raccolta rifiuti essendo stata completata la prima fase della gara, cioè l'ammissione delle imprese.
- Venerdì 22 Gennaio -
l'attuale gestore del servizio, l'Italspurghi, presenta ricorso urgente avverso le condizioni della di gara.

Prima di ogni commento e informazione vogliamo ribadire la nostra preoccupazione. Il ritiro della delega a Bussani non è che il segnale dello stato di incertezza e confusione in cui versa il Servizio Rifiuti. Non la raccolta, ma il servizio comunale. E noi, che abbiamo come unico scopo quello di contribuire a creare le condizioni per raggiungere anche a Muggia il 65% di raccolta differenziata come previsto dalla legge, non siamo certo felici della situazione creatasi. L'aver più volte denunciato gli errori di indirizzo aveva ed ha l'unico scopo di correggere le cose che non vanno. L'aver perseverato negli errori ha portato uno dei servizi più importanti del comune in uno stato di gravissima crisi in un momento delicatissimo.
Come siamo arrivati a questo grave impasse? La situazione attuale trae origine da :
- assenza di un progetto di raccolta  condiviso tra Amministrazione e cittadini;
- improvvisazione, superficialità, contradditorietà  e parzialità nell'indicazione, nel capitolato di gara, delle modalità di raccolta rifiuti dei prossimi tre anni ;
- totale incapacità (ahinoi) dell'assessore Bussani a organizzare e motivare il personale , testimoniato dalle continue fughe di personale da lui dipendente. Il problema però, deve essere chiaro, non è, o non è solo Bussani. Ma è la mancanza di un progetto e la incapacità/non volontà di investire la comunità del problema rifiuti. Ne riparliamo

 

DOCUMENTI PDF

Cerca