Di Piazza addio : ceduto il Despar di San Rocco PDF  | Stampa |  E-mail
Sabato 03 Dicembre 2011 16:56

 

L'apertura del supermercato Despar di San Rocco risale al 1989. All'epoca , seppur non così lontana, quella fatta da Roberto Di Piazza rappresentò una scommessa commerciale non indifferente, essendo la prima realtà al di fuori del circuito di vendita storico, tutto ubicato nel centro urbano. Non poche furono le incredulità e si sprecarono i pronostici nefasti per l'andamento del supermercato. Invece la scommessa fu vinta subito anche grazie, o meglio a causa della dissoluzione della vicina Repubblica di Yugoslavia. Nei primi anni '90 il supermercato di San Rocco raggiunse cifre astronomiche di fatturato grazie al continuo flusso della gente d'oltreconfine. Il conflitto, l'inflazione e la penuria di moltissimi generi di prima necessità nell'ex Yugoslavia consentirono a Di Piazza di collocarsi per ben due anni al vertice nazionale del fatturato al metro quadrato, raggiungendo la stratosferica

cifra di 32 miloni al m2 , quando il secondo in classifica non superava i 16 milioni! Arrivavano 2 , qualche volta 3 TIR di merce al giorno. Per tutti gli anni '90 e anche nei primi del 2000 il vento continuò a gonfare le vele del nostro, perpetrando la storia delle fortune commerciali triestine legate al confine, e non solo. Poi, piano piano il declino, accentuato dall'apertura di un numero inverosimile di punti vendita nella valle delle Noghere, e divenuto insostenibile dopo la chiusura per ristrutturazione di 2 anni fa, a seguito della quale una buona parte della clientela affezzionata, costretta a rivolgersi altrove, non tornò più. Oggi il ventennio – nemesi perfetta per l'uomo – si chiude. Dal 1° Gennaio la proprietà e la gestione passano ad altre mani, probabilmente il Gruppo Despar stesso, sia per il punto vendita di San Rocco sia per quello triestino di Via Combi.

 

 

Cerca