Agenda 21 - una farsa che ci costa 129.000 Euro PDF Stampa E-mail
Lunedì 06 Aprile 2009 20:30

Non ne parleremo più. Ma un'Associazione come la nostra, che

trae parte della propria ispirazione dai principi stabiliti a Rio nel 1992 che hanno dato origine alla Agenda 21, non poteva non occuparsene. Agenda 21 avrebbe dovuto essere uno strumento per educare, attivare, informare i cittadini al significato e alla promozione della sostenibilità.  E sappiamo che molti dei problemi connessi alla sostenibilità (a Rio si è detto sviluppo sostenibile ma a noi piace di più sostenibilità) possono essere superati solo con il cambiamento delle abitudini quotidiane, degli stili di vita e dei modelli di sviuluppo delle singole comunità. Per questo abbiamo sperato fino all'ultimo che di questo si parlasse e non si mortificasse la partecipazione dei cittadini. E invece è successo. I nostri amministratori non sanno cosa farsene della partecipazione. E così uno sparuto numero di cittadini (16), cui va tutta la nostra comprensione e solidarietà, ha semplicemente  fatto da foglia di fico ai Comuni di Muggia e Dolina che, attraverso la partecipazione di quei poveretti (chi scrive era presente assieme ad altri tre di noi )  si sentirà autorizzata a spendere nostri 129.000 euro!!!! . Conosciamo la cifra perchè, su nostra richiesta , il Comune ha pubbliato oggi sul sito,  il bilancio di quest'anno, non ancora quello dell'anno scorso. Una mostruosità : 91.000 euro di incarichi a persone, altri 28.000 di spese varie, per riempire i cassetti del comune di altri inutili documenti. . Perchè inutili  ? E' presto detto .
1 - Per la stupidità del tema del "turismo sostenibile" . I problemi di sostenibilità sono presenti in quei comuni dove c'è un eccesso di presenza turistica, che può causare alti consumi di risorse naturali, incremento dell'inquinamento, forte produzione di rifiuti , ecc. In comuni quali i nostri dove il turismo non c'è ( a Muggia abbiamo 11.000 pernotti all'anno, le località turistiche questo numero di pernotti ce l'hanno in una sola notte), non ci sono problemi di sostenibilità;
2 - Per la beffa contenuta ne tema del "risparmio energetico". Questo sì è un gran bel tema:peccato solo che il Comune di Muggia abbia già incaricato, ovviamente dietro compenso, una società specialistica  di redarre un piano di risparmio energetico. E la beffa ovviamente è che chiedono ad uno sparuto gruppo di cittadini quello che  verrà tra poco fornito al Comune da parte di esperti del settore energia;
3 -  Perchè i nostri Amministratori hanno già dimostrato di non rispettare le indicazioni (ops, si dice priorità) del Forum dei cittadini, come dimostrano i documenti del Forum sulla mobilità sostenibile (il tema dell'anno scorso) e la delibera della Giunta che destina i soldi di Agenda21 a tutt'altro.
Oltre agli aspetti della spesa, indecente, e dei documenti, ahimè inutili , un'ultima questione per noi ancora peggiore. Questo modo di promuovere la partecipazione porta solo acqua ai nemici della partecipazione, che  sono ovunque: nel ceto politico, nell'apparato pubblico, in noi stessi.  Si fa solo del male ai cittadini, rendendo, se possibile ancora più difficile  ritrovare il senso del bene comune. Per questo, come detto, non ne parleremo più. Preferiamo dedicare la nostra attenzione e le nostre energie ai principi di sostenibilità che ritrovate nelle nostre proposte, che includono un secco NO allo sperpero del denaro pubblico.

 

Cerca