Le jeux sont fait PDF Stampa E-mail
Mercoledì 02 Aprile 2014 23:11

Le jeux sont fait. Non serve? Nessuno l'ha chiesta? Magnifico, l'opera si farà. Questo è potere!

Vi siete mai chiesti come nascono le opere inutili? Chi , come e quando può aver pensato, per fare un esempio, di costruire il più grande stadio al mondo dedicato al "polo" - quella specie di hochey a cavallo - a Giarre? O la pista da bob per le Olimpiadi di Torino del 2006 – costata quasi 100 milioni - e ora abbandonata. O, per venire dalle nostre parti, il gigantesco interscalo ferroviario di Cervignano,costato quasi 500 miliardi di lire e oggi quasi deserto. I modi per riuscirci sono i più vari, dallo sfruttamento di calamità naturali, alla creazione di eventi, alla necessaria infrastrutturazione del Paese, alla dotazione di nuovi servizi o miglioramento di quelli esistenti. Qualsiasi sia l'opera, grande o piccola , utile o inutile, il grimaldello è il finanziamento. Funziona sempre così. Quando viene concesso il finanziamento i giochi sono fatti. Perchè la trappola ha

Leggi tutto...
 
Infedeli PDF Stampa E-mail
Domenica 16 Marzo 2014 20:22

La prima difficoltà di questo post è scriverlo in maniera tale da allettarvi a  leggerlo, come vorremmo che accadesse,  fino in fondo. E' pur vero che si  parla di infedeltà, ma non c'è niente di prurigginoso.   E' una infedeltà non evidente, che ritrovi in documenti, atti, seguendone il filo logico, non sotto le coperte della camera da letto. E' anche una delle tante, troppe storie che nascono e si sviluppano in una società di indifferenti, senza memoria, dove ci si schiera a priori, ciechi sordi e muti di fronte all'evidenza pur di “non perdere tempo”. La seconda, quasi insuperabile difficoltà, è essere brevissimi, sapendo che sopportiamo ormai a mala pena i 140 caratteri di twitter. Si possono  ridurre a tal punto le cose complesse ? Se è conosciuto tutto il contesto magari si. Ma se è proprio l'opacità del contesto a rendere possibile che questi fatti accadano, non si dovrebbe cercare di chiarire? E se, illuminando la via, questa diventerà troppo lunga per i frettolosi lettori cui ci rivolgiamo? Non se ne esce.
Il compromesso raggiunto è quello che segue: tagliate tutte le premesse resta

Leggi tutto...
 
Posizionato sull'Ospo il nuovo ponte ciclopedonale PDF Stampa E-mail
Giovedì 20 Febbraio 2014 11:16

Mercoledì 19 Febbraio un altro tassello della rete ciclopedonale muggesana è stato inserito, e prende pian piano corpo un circuito ciclabile interessante. Un bel ponte , posizionato al confine tra la zona EZIT e i Laghetti delle Noghere, collega adesso le due sponde del'Ospo. Certo, con questa velocità di avanzamento e soprattutto con questo coraggio politico , ci vorranno circa 40 anni per fare quei poche chilometri necessari al collegamento di questi spezzoni

Leggi tutto...
 
Incontro del Forum per i Beni Comuni e l'Economia Solidale con Serge Latouche PDF Stampa E-mail
Venerdì 07 Febbraio 2014 20:05

Sul bell'incontro organizzato dal Forum per i beni comuni e l'economia solidale del FVG nella serata di Giovedì 6 Febbraio per la presentazione di un progetto di legge regionale per la costituzione di Distretti di Economia Solidale, con la presenza e gli interventi dell'assessore regionale al Lavoro e Serge Latouche, si possono fare più riflessioni.

Una prima è l'incredibile – ma non più sorprendente – mobilitazione di persone che accorre ad ascoltare il “padre nobile” della Decrescita, il prof. Serge Latouche. Quanti sono, al giorno d'oggi , quelli capaci di farci uscire dalla confortevole gabbia che ci siamo costruiti attorno , oltretutto per andare ad ascoltare una conferenza sul lavoro ? Sala gremitissima. Potrebbe non essere sciocco chiedersi il perchè di tanta attenzione. Non aspettiamoci segnali di cotanta intelligenza provenienti dall'encefalo piatto della

Leggi tutto...
 
Tutta la sponda del Rio Ospo ciclopedonale PDF Stampa E-mail
Venerdì 17 Gennaio 2014 09:26

Entro la primavera altri 2 tratti ciclopedonali lungo il Rio Ospo saranno disponibili. Per intervento del Comune di Muggia dalla foce dell'Ospo si arriverà fino alla trattoria al Ponte, con circa 600 metri di prossima (si parla di 2 mesi, progetto definitivo e lavori già appaltati) nuova realizzazione. Per intervento dell'EZIT si potrà continuare dalla trattoria al Ponte lungo la sponda sinistra dell'Ospo fino all'altezza del

Leggi tutto...
 
Buriana ai Laghetti delle Noghere PDF Stampa E-mail
Mercoledì 08 Gennaio 2014 18:34

Numerosi alberi abbattuti dal vento e caduti di traverso ai sentieri attorno ai Laghetti

Buriana ai Laghetti delle Noghere.  Alberi di traverso ai sentieri lungo tutto il perimetro dei laghetti.

E' stato un colpo di vento, probabilmente nella notte del 3 Gennaio, e adesso c'è

 

Leggi tutto...
 
Dreck in dreck out , La trasparenza e el novo sito del comun. PDF Stampa E-mail
Venerdì 20 Dicembre 2013 23:42

Se xe una roba che ghe interesa ala gente “calma fioi!”, dovè saver che xe complicà, manca i soldi, ghe vol tempo.  Se ghe interesa a lori i xe velocisimi. Ormai i xe semplicemente un'altra roba. Precipitemo in un buso senza fondo e quei gioga avanti.  Ogni giorno una. Ieri.
Gavemo spetà solo 4 ani . Ogni volta che in comun te ghe disevi che mancava questo, mancava quel, la risposta iera sempre quela: stemo preparando el novo sito, tra poco se trovarà tuto. E, finalmente, el xe comparso. Tignì presente che no xe una roba in più, un favor che el comun ne fa. Xe obligatorio per lege publicar tuto. E el comun de Muja, con la scusa del novo sito in arivo, per 4 ani xe sta foralege, ultimo tra i comuni taliani per le legi sula trasparenza . Ma ieri, ecolo: http://www.comune.muggia.ts.it/
Per saver chi lo ga fato xe un metodo facile, che el mio capo Paulini gavesì sicuro usà. Te meti drento nel buso “ricerca avanzata” una parola de quele che dovesi eser conosude e te speti : se viene fora qualcosa de bon, funziona; se dala risposta te capisi che te devi precisar meio xe anca bon; se no vien fora gnente te son sicuro che el lavor lo gà fato l'Insiel. L'INSEL xe l'unica società al mondo che produci questi 2 tipi de motori de ricerca: uno xe sovietico, 25 ani dopo la fine dell'URSS,

Leggi tutto...
 
Dal dreck in dreck out alle Leggi Paulini PDF Stampa E-mail

Dopo Darwin xe ciaro che condividemo la nostra origine con tute le bestie, ma gnanche lui ga spiegà perchè noi gavemo tribolazioni che le bestie no gà. No sarà che semo pezo dele bestie?

I sienziati po' ne ga spiegà che quando un certo fenomeno se ripeti, qualsiasi sia el logo , el tempo, l'ogeto, semo di fronte a una lege natural. E qua la fritaia xe completa. O xe perchè semo pezo dele bestie, o perchè xe una lege natural, par che domani sucederà quel che xe suceso ogi. Tuto quel che no ga mai funzionà no funzionerà mai? Semo senza speranza?

Me domandarè perchè me fazo domande de sto tipo? Perchè, come voi, no ne poso più. No me resta che zercar de riderghe su, chisà che no ne salvi una ridada.

Provemo a rider de questa.

Un tre mesi fa me riva una mail . Un anonimo

Leggi tutto...
 
DRECK IN DRECK OUT PDF Stampa E-mail
Venerdì 27 Settembre 2013 22:56

 

Alzi la man chi no gà mai sentido parlar de “dreck in , dreck out”? Mai sentì? Se proprio sicuri? Xe un vero pecà perchè ga a che far con tute le nostre giornade.

La prima volta che mi go sentì queste parole xe stado co iero in feriera. Dopo 3 ani de lavor in cokeria i me gaveva trasferì al “Centro meccanografico”. Cusì se ciamava l'uficio dove iera in funzion l'unico computer de tuto el stabilimento (gente, domila de lori con 1 computer, gnente mal eh?). La memoria de la machina ocupava tuto un stanzon. Per funzionar ben la gaveva bisogno de no scaldarse tropo. Ma co la iera in moto la scaldava come un fero de stiro, e iera necesario aver un impianto per rafredarla che me ga procurà tuti i dolori reumatici che gò ogi. Per meter drento i dati bisognava sbusar schede de carton, carigarghele e fargher leger i busi.
El lunedì che go ciapà servizio el novo capo me ga ciamà , come se usava, nel suo uficio, per el discorseto de pramatica. El capo se ciamava Paulini: un bon omo, con la pasion del tenis (per questo iero sta trasferì là, visto che con la racheta me la cavavo). De quel discorseto no me ricordo quasi gnente. Ma una frase si, quela me la ricordo. Col iera sul finir el me ga dito: “ La vedi sior, la impararà che el computer xe una grande machina. La fa un saco de robe, prima e meio de l'omo. Ma la se ricordi: se la ghe dà drento merda,

Leggi tutto...
 
Riduzione TARES. Domande entro il 30 Settembre PDF Stampa E-mail
Martedì 24 Settembre 2013 19:37
Se volè la riduzion de la TARES perchè fazè la racolta diferenziata de quel che scartè del magnar, dovè far domanda in Comun de Muja entro el 30 de sto mese.
El Comun no gà ancora preparà un modulo : devi eser  sai dificile .

Gavemo preparà noi un fac simile de domanda.

Podè scriver cusì:

Leggi tutto...
 
Più che te la misi, più la spuza PDF Stampa E-mail
Lunedì 12 Agosto 2013 23:23

 

No se ne ghe pol proprio più. Credevimo che el scandalo fusi che i ne fa pagar servizi che nisun fa. Dopo, altro scandàl, se gavemo acorto che el Comun dividi i costi in modo da meterghelo in quel posto ai comercianti. Pensavimo che fusi finida, anche perchè xe presto la Madona de Agosto ( una volta iera una gran festa a Muja: se andava tuti a Muja Vecia, credenti e non) e parlar de bori e scovaze con sto caldo no xe san. E inveze ghe ne xe una nova, quasi pezo de le prime do. Scoltè qua. Sto servizio de le scovaze a Muja ne costa più de un milion e otto, e co sti bori più de un se fa el cul de oro. Per el milion e otto (unmilioneottocentomilaeuroper esserechiari) el Comun no tira fora gnanca un bel, lo paghemo tuto noi del feudo de Muja con sta nova ciavada, la TARES.

E savè cosa ga fato el Comun : ne gà manda cartele per 2 milioni e cento!(duemilionicentomilaeuroperesserechiari) . I se gà sbaglià de trezentomila euro, e

Leggi tutto...
 
TARES: TRUFFATE IMPRESE E NEGOZI PDF Stampa E-mail
Giovedì 08 Agosto 2013 12:41

Continua la campagna pubblica di disinformazione e inganno dei nostri amministratori sulla Tares nel disperato tentativo di occultare le conseguenze delle loro scelte amministrative. La più impegnata è l'assessore al Bilancio, Valentina P(onzia)arapat, assieme al Vicesindaco Laura Marzi e Stefano Decolle. Per loro, cui va dato atto che almeno ci mettono la faccia, “i margini di manovra del Comune erano e sono minimi, e comunque paghiamo molto meno di altri comuni.” Quante bugie in in una frase di sole 18 parole.

I margini di manovra sono minimi ? Ma quando mai!. Il costo è tutto

Leggi tutto...
 
Come ottenere il 15% di sconto sulla TARES PDF Stampa E-mail
Mercoledì 31 Luglio 2013 17:49

Un buon 30%  di tassa (600.000 euro) lo dobbiamo  all'incapacità e ai regali lobbisti di un Comune decotto. Incapace persino di reclamizzare l'unica novità positiva di questa TARES , e cioè la possibilità concessa alle utenze domestiche di ottenere il 15% di sconto. L'art. 23 del regolamento TARES prevede infatti che

Leggi tutto...
 
SCANDALO RIFIUTI. REGALO MILIONARIO AL GESTORE . NON EFFETTUA IL SERVIZIO EPPURE OTTIENE IL RINNOVO DEL CONTRATTO PDF Stampa E-mail
Lunedì 10 Giugno 2013 21:44

A questo punto saranno la Magistratura e la Corte dei Conti – se lo vorranno – a verificare se questa è una storia di malaffare o di indicibile incompetenza. Una cosa è comunque certa. Da anni stiamo pagando un servizio che non viene effettuato, e chi è preposto alla sorveglianza e controllo (il Comune) non solo non interviene, ma avvalla quanto succede concedendo addirittura il rinnovo del contratto. I fatti.

Siamo alla fine del 2009. Il Comune di

Leggi tutto...
 
Le nostre proposte per il nuovo PIANO REGOLATORE GENERALE. L'occasione del cambiamento PDF Stampa E-mail
Domenica 10 Marzo 2013 15:33

Il nuovo Piano Regolatore Generale arriva in un contesto di grande cambiamento. Mille e più disagi sono molto diffusi e condivisi. Eppure, ai più pare ancora fuori luogo esprimerli ad alta voce. Figli di una lunga stagione in cui ogni dissenso e ogni proposta doveva passare attraverso la voce dei partiti, stentiamo ad accorgerci che i partiti di oggi sono intenti a tutt'altro.
Sopraffatti dalla complessità dei problemi, aspettiamo che qualcun altro se ne faccia carico, ma non vogliamo vedere che le vittime di questo rimando a “qualcun altro” siamo noi stessi, e troppo spesso ci chiudiamo in un imbarazzato silenzio.
Il nuovo Piano Regolatore Generale è l’occasione per ogni cittadino, da cogliere assolutamente, per

Leggi tutto...
 
Il rigassificatore? Un'occasione per mandarli a casa tutti PDF Stampa E-mail
Mercoledì 28 Novembre 2012 19:12

L'immoralità del mondo politico che definisce il rigassificatore, cresciuto su dati falsi, come la "ciliegina sulla torta della città" . Politici voltagabbana e finti oppositori. Ricordate la campagna elettorale di Tondo nel 2007 ? L'allora governo regionale - Riccardo Illy PD - entusiasticamente favorevole al rigassificatore. L'opposizione, il candidato Tondo in testa, fermamente contro. Cambiate le maggioranze, il tempo di un giro di valzer e

Leggi tutto...
 
Rifiuti, un appalto da non prolungare PDF Stampa E-mail
Domenica 21 Ottobre 2012 00:00

E' da poco terminata la distribuzione delle bollette Equitalia relativa alla TARSU, la tassa che paghiamo per il servizio rifiuti. Un servizio già caro diventerà carissimo visto che, con tutta probabilità dal 1 Gennaio prossimo avremo anche il peso di una sovrattassa prevista per quei comuni, come Muggia, che non raggiungono il 65% di raccolta differenziata. Già ora il servizio ci costa qualcosa come 2 milioni di euro (per circa 6.000 utenti del comune di Muggia). Una bella cifra che esce dalle tasche sempre meno capienti di noi cittadini, e che dovrebbe sollecitare l'attenzione dei nostri amministratori. Soprattutto adesso che è in

Leggi tutto...
 
SANTI TERRANOVA SEGRETARIO COMUNALE, FERNANDO ALONSO ALLO SCUOLABUS PDF Stampa E-mail
Martedì 16 Ottobre 2012 19:37

L'arrivo del nuovo segretario comunale Santi Terranova è stato accompagnato da molti attestati di stima, come si dice oggi, bipartisan. Ovviamente l'amministrazione di centro sinistra, che lo ha scelto, “considera un'opportunità la possibilità di avvalersi della sua grande capacità ed esperienza”. Il centro destra si è detto “lieto” dell'arrivo di Terranova, anche memore della sua lunga collaborazione, a Trieste, con Roberto Di Piazza. Noi rileviamo come, al contempo, il coro entusiasta dei nostri amministratori avrebbe magari potuto arricchirsi di altre note, quali, per esempio, quelle di un'informazione completa. Ai cittadini, che ne hanno tra l'altro diritto per la legge sulla trasparenza, avrebbero potuto chiarire un aspetto non secondario dell'operazione: quanto costa. Appunto, quanto costa?

Leggi tutto...
 
Laghetti delle Noghere: pneumatici e...tartarughe PDF Stampa E-mail
Venerdì 05 Ottobre 2012 14:29

Si ripete dopo ogni estate siccitosa. Cala il livello dei laghetti, ed emerge tutto quanto vi abbiamo scaricato. Soprattutto pneumatici. Il meritorio impegno dei tanti volontari, associazioni(ricordiamo tra gli altri i Tutori Stagni, il Corpo Pompieri Volontari, la CRI, il Sub Sea Club), protezione civile, forestale, cittadini, cooordinati dall'ornitologo Enrico Benussi, che hanno effettuato vari inteventi di pulizia, sembra

Leggi tutto...
 
NO ALLA FUSIONE ACEGAS APS PDF Stampa E-mail
Domenica 23 Settembre 2012 19:22

NO ALLA FUSIONE ACEGAS APS - Facciamo sentire la nostra voce
Tutti al Consiglio Comunale lunedì 24 settembre ore 18.30 Piazza Unità, Trieste

In questi giorni si stanno prendendo decisioni importanti per il presente ed il futuro della nostra comunità. La fusione Acegas Aps-Hera riguarda, infatti, il complesso dei beni e servizi (acqua, rifiuti etc.) che hanno una forte ricaduta sulle condizioni materiali di vita di tutti noi. Si tratta di

Leggi tutto...
 
Terra, consumate in otto mesi le risorse di un anno.Il 22 Agosto è l’Overshoot Day 2012 PDF Stampa E-mail
Martedì 21 Agosto 2012 19:58

Il 22 agosto è il giorno in cui il consumo di beni naturali nel mondo supera la quantità prodotta nell'intero 2012. Una data, calcolata dal Global Footprint Network di Londra, che ogni anno si sposta indietro: nel 1987 era il 19 dicembre. "Entro la metà del secolo ci serviranno due pianeti". Vivere al di sopra dei propri mezzi? Si può fare: basta accumulare debiti, o dare fondo ai propri risparmi. Gli effetti, però, possono essere nefasti. L’economia globale non ha solo debiti finanziari, ma anche e soprattutto ambientali: oggi, a nemmeno due terzi del 2012, è già l’Overshoot Day, giorno in cui si sono esauriti i beni naturali che il pianeta è in grado di rigenerare in un anno. “Per sostenere i nostri elevati consumi, abbiamo liquidato le riserve di risorse e abbiamo permesso che

Leggi tutto...
 
Ciclabile Parenzana, cultura e buon senso PDF Stampa E-mail
Lunedì 23 Luglio 2012 21:54

Faccio parte di una generazione fortunatissima. Da bambino, e parlo degli anni 50 essendo io del '48, la strada era il luogo delle amicizie e dei giochi: c'era sempre uno slargo, un campetto, o una stessa strada, per giocare (a darsela, mosca cieca, sconderse, s'cinche), o per il pallone. Non c'erano pericoli e i genitori potevano piano piano, ma molto presto, allungarci il filo. Si tornava a casa all'imbrunire. Noi eravamo felici di questa libertà, e le mamme anche, avendo un po' di tempo da dedicare a loro stesse. Quando poi, nel '68, arrivò la prima automobile, la “cinquecento”, si allargò

Leggi tutto...
 
Le finte manutenzioni del Comune di Muggia PDF Stampa E-mail
Martedì 03 Luglio 2012 20:29

 

Le manutenzioni sono, da sempre, il tallone di Achille delle Amministrazioni Pubbliche, avendo queste a disposizione risorse molto inferiori alle necessità . Criticarle è pertanto troppo facile, non politicamente corretto. Però, proprio la grande disparità tra risorse necessarie ed esigenze da soddisfare diviene lo scudo usato dagli uffici pubblici a protezione della propria insindacabile discrezionalità, usata spesso in maniera poco limpida. E' il caso del Comune di Muggia, che anzi, nel caso che segnaliamo, va persino

Leggi tutto...
 
In corso i lavori della ciclabile Parenzana PDF Stampa E-mail
Lunedì 25 Giugno 2012 23:48

 

Finalmente! Sono in corso i lavori per la realizzazione di un tratto ciclo pedonale dal confine di Rabuiese fino alla foce dell'Ospo e fino ad Aquilinea. E' la ciclabile Parenzana, cosidetta perchè ricavata, almeno in parte, sul sedime della storica ferrovia a scartamento ridotto che univa Trieste a Parenzo, passando per Muggia, nei primi decenni del secolo scorso. Siamo andati a vedere come proseguono i lavori e quali sono le sensazioni nei due nuovi tratti più belli . Il primo tratto , quello

Leggi tutto...
 
Teseco addio? PDF Stampa
Lunedì 04 Giugno 2012 13:04

Terminal ro ro - progettoLa raffineria Aquila ha cessato l'attività 29 anni fa. L’area, di oltre 800.000 mq, occupa una gran parte del territorio di Muggia . Dal 2006 è in corso il programma di bonifica e riqualificazione dell’area. I lavori sono della società TESECO, che ha acquisito l'area e ha il suo core business nelle bonifiche e nell’ingegneria ambientale. Da qualche mese è iniziata, prima in maniera sotterranea, poi con grande risalto pubblico, una violenta attività di critica e contrasto alla Teseco . Prima la Regione, poi anche l'Ezit , hanno posto l'accento su supposte gravi inadempienze della società pisana, interessandone anche l'autorità giudiziaria. Questa iniziativa, qualsiasi risulterà esserne l'esito, rappresenta

Leggi tutto...
 
SS. Giovanni e Paolo Immobiliare S.p.A. - quarta parte - finale PDF Stampa E-mail
Lunedì 14 Maggio 2012 00:00

don Pier Emilio SalvadèSono parecchi coloro che , avendo conosciuto le persone coinvolte, comunque credono alla buona fede di don Giorgio Petrarcheni e di don Pier Emilio Salvadè. Queste persone ritengono che si sia trattato di un raggiro posto in essere per poter acquistare, come poi è avvenuto, l'area ex C.G.I. a prezzo di svendita . Gli acquirenti sono stati Genna e Ciofi. La cronaca si è occupata di loro per un processo attualmente in corso. La Procura della Repubblica li accusa di calunnia e di detenzione e uso di materiale pedo-pornografico, consistente in materiale fotografico asseritamente ritrovato e, sempre secondo la Procura, costruito per screditare l'allora presidente del Tennis Muggia. Non ci interessa questa vicenda, se ne occupa la giustizia. Gli atti del processo sono però utili per dirci chi è, o chi dice di essere, Michele Genna. Nella deposizione resa lo scorso 27 Marzo Genna si è innanzitutto autodefinito un fedele e solerte sostenitore del clero. “Porto la documentazione di 10 anni – afferma Genna durante il suo interrogatorio – messaggi, mail, che faccio per sostenere il clero. Ho tutte le mail dei vari colleghi, avvocati, che sono dell'Ente di Sostentamento del Clero, piuttosto che di Casa la Madre, piuttosto che della Stella del Mare, piuttosto che don Piergiorgio del Villaggio del fanciullo. Le cose che ...loro mi dicono di fare io, più o meno vado ad aiutare, a fare il passacarte portando le varie cose. ..Le cose che ho fatto per la Curia ..non ce n'è una che non ho fatto per filo e per segno. ...Ho duemila fax mandati e tutto

Leggi tutto...
 
SS. Giovanni e Paolo Immobiliare S.p.A. - terza parte PDF Stampa E-mail
Martedì 24 Aprile 2012 15:10

Nel resoconto precedente ci siamo permessi di formulare alcune domande alla Curia sulla svendita dell'area dell'ex C.G.I. Non ci aspettavamo (ovviamente) alcuna risposta. Abbiamo però sperato, confessiamo, che alla comunità, colpita da questa quantomeno incauta decisione, giungessero delle scuse, per le conseguenze che dovrà sopportare e risolvere. Chi ha così palesemente sbagliato la propria valutazione vendendo per 250.000 euro un bene rivenduto dai compratori solo 7 mesi dopo per quasi 3.000.000 di euro ha contratto un debito con la nostra comunità. Ma c'è stato solo silenzio. E allora non resta che continuare a raccontare. In linea con i protagonisti, in questo terzo capitolo ci son cose persino peggiori delle prime due puntate.
I fortunati destinatari del cadeau confezionato dalla Parrocchia SS Giovanni e Paolo di Muggia assieme alla Curia vescovile triestina, i signori Michele Genna e Claudio Ciofi, ci mettono una manciata di mesi a

Leggi tutto...
 
SS. Giovanni e Paolo Immobiliare S.p.A. - seconda parte PDF Stampa E-mail
Domenica 01 Aprile 2012 20:26

 

Analizzare e rendere pubblico l'iter terminato con la vendita dell'area e dell'immobile ex C.G.I. è tutt'altro che un'indebita intromissione in un affare privato. I riflessi pubblici dell'operazione di vendita dell'ex C.G.I. condotta dalla nostra parrocchia sono più d'uno. Ci sono le gravi difficoltà finanziarie della parrocchia in ordine al completamento della ristrutturazione dell'oratorio “Penso” , con il rischio di dover restituire il contributo ricevuto se i lavori non saranno terminati entro il 2013. E il pericolo che la parrocchia tenti di fare cassa vendendo il Cinema Roma e

Leggi tutto...
 
S.S. Giovanni e Paolo Immobiliare S.p.A. PDF Stampa E-mail
Lunedì 26 Marzo 2012 21:21

Potrebbe essere la trama di un film. Gli ingredienti ci sono tutti: affari poco trasparenti, consulenti inaffidabili, falsi dossier, inchieste giudiziarie, accuse di pedofilia , e l'apatica rassegnazione delle vittime (?) di un colossale raggiro, una comunità (?) di fedeli così impegnati nell'”aldilà” da non accorgersi di ciò che succede nell'”aldiquà”. Una storia di tanti soldi. E di indifferenza, perchè è l'interesse mosso dal denaro a fornirci tutte le spiegazioni, e in nome di quell'interesse non solo si capisce tutto ma,oggi, sembrano giustificarsi comportamenti invero inaccettabili. Purtroppo non è una sceneggiatura ambientata in un indefinito paesino del Sud a controllo malavitoso. I fatti sono veri e accaduti a Muggia: ci riguardano quindi da vicino. Al centro della storia c'è la Parrocchia e l'allora Parroco don Giorgio Petrarcheni. Il denaro che

Leggi tutto...
 
Referendum Acqua: il mio voto va rispettato! PDF Stampa E-mail
Domenica 19 Febbraio 2012 23:27

Abbiamo vinto  il referendum sull'acqua e da un pezzo, da quando il risultato referendario è stato sancito con il Decreto del Presidente della Repubblica 18 Luglio 2011, n. 116 pubblicato in Gazzetta Ufficiale  Serie Generale n. 167 del 20 Luglio 2011, non dovremmo più pagare quanto è stato abrogato grazie al nostro voto,cioè  la " remunerazione del capitale investito" .
Tuttavia a tutt’oggi nessuna  delle Autorità d’Ambito Territoriali Ottimali (A.A.T.O.) - i cui Consigli sono composti dai nostri eletti,  i nostri Sindaci -  ha provveduto a dare applicazione agli esiti referendari. I nostri amministratori  hanno dimenticato il voto referendario. Agli utenti di Trieste e di  Muggia questo sfregio alla democrazia si traduce in una tariffa illeggittimamente gonfiata del

Leggi tutto...
 
La strada per la Grecia passa da Muggia PDF Stampa E-mail
Mercoledì 11 Gennaio 2012 19:05

Nei periodi non facili, come quello che stiamo vivendo, la stragrande maggioranza di noi misura e ricalcola ogni più piccola spesa. Se anche dispone del denaro necessario (e non sempre accade) quando è possibile cancella o rimanda un acquisto, magari riprendendo ad usare qualcosa già accantonato precedentemente. E' insomma prudente, ritrova per scelta o per forza una sobrietà perduta. Il sistema però non vuole consentirci di tirare la cinghia: così facendo cade il PIL, aumenta la disoccupazione, ci tagliano i servizi. Probabilmente è per questo che viene benedetta ogni spese pubblica , a cominciare dalle inutili. Nello sforzo di sostegno dell'economia attraverso le spese inutili, senza futuro, che a livello nazionale – solo per citarne alcune – portano il nome di TAV , Ponte sullo Stretto, spese militari per 150 bombardieri, a livello locale si ingegnano i Comuni. Può mancare il Comune di Muggia?

Leggi tutto...
 
Muggia - Italia, la verità dello spreco e del privilegio deve rimanere nascosta e negata. E i risultati si vedono. PDF Stampa E-mail
Mercoledì 28 Dicembre 2011 21:45

Questa estate, nel percorrere in bicicletta il breve tratto tra casa e il Centro Storico, incontravo spesso una giovane mamma che spingeva la carrozzina con il suo primogenito, una dipendente comunale in aspettativa . Poco più tardi, raggiunta la Piazza, salutavo un'altra giovane, ex compagna di classe di mia figlia. Ora, trentaseienne, desidererebbe un figlio, ma non s'arrischia perchè è praticamente sicura di venir licenziata e non può permetterselo. Infine, in servizio nella biblioteca comunale, in sostituzione del personale in ferie estive, trovavo una terza giovane. Una stagista, pagata zero euro: lavorare gratis

Leggi tutto...
 
E' un disastro? Nascondiamolo! PDF Stampa E-mail
Scritto da jacopo rothenaisler   
Giovedì 15 Dicembre 2011 10:13

C'è la crisi? Saremo, siamo già tutti più poveri ? E' sicuro, ma la cinghia non la tireranno tutti. Sicuramente non la sta tirando il Comune di Muggia . Ha allegramente aumentato di 30 unità negli ultimi 3 anni il numero dei dipendenti comunali arrivando al doppio dei comuni di pari grandezza , ha il doppio delle spese per servizi amministrativi, costi di gestione dei servizi fuori controllo, e , per conseguenza, la più alta pressione tributiva sui cittadini. Tutto vero ma non si sa . I dati sono storicamente protetti dal linguaggio tecnico e

Leggi tutto...
 
Sale da gioco e i P.D. :Paghi uno prendi Due PDF Stampa E-mail
Venerdì 09 Dicembre 2011 19:31

E' stata la Polizia di Stato a rovinare tutto. L'organizzazione aveva definito quasi ogni particolare: l'Assemblea pubblica convocata dal Comune sul tema della proliferazione delle case da gioco avrebbe discusso e parlato liberamente. Alla fine sarebbero entrati in azione loro, con gli ultimi due interventi. Nel penultimo – Paghi uno - “Metri Zero” Nesladek avrebbe fatte proprie le preoccupazioni dei cittadini ma anche avvertito che, purtroppo, il Comune era incompetente in materia . Però – avrebbe concluso – per fortuna in Regione c'è chi pensa a questo problema . E la parola sarebbe passata a Prendi Due , ovvero

Leggi tutto...
 
Di Piazza addio : ceduto il Despar di San Rocco PDF Stampa E-mail
Sabato 03 Dicembre 2011 16:56

 

L'apertura del supermercato Despar di San Rocco risale al 1989. All'epoca , seppur non così lontana, quella fatta da Roberto Di Piazza rappresentò una scommessa commerciale non indifferente, essendo la prima realtà al di fuori del circuito di vendita storico, tutto ubicato nel centro urbano. Non poche furono le incredulità e si sprecarono i pronostici nefasti per l'andamento del supermercato. Invece la scommessa fu vinta subito anche grazie, o meglio a causa della dissoluzione della vicina Repubblica di Yugoslavia. Nei primi anni '90 il supermercato di San Rocco raggiunse cifre astronomiche di fatturato grazie al continuo flusso della gente d'oltreconfine. Il conflitto, l'inflazione e la penuria di moltissimi generi di prima necessità nell'ex Yugoslavia consentirono a Di Piazza di collocarsi per ben due anni al vertice nazionale del fatturato al metro quadrato, raggiungendo la stratosferica

Leggi tutto...
 
Nesladek invita il Sindaco di Muggia a emanare un regolamento per le sale da gioco. Ci è o ci fà? PDF Stampa E-mail
Domenica 13 Novembre 2011 20:39

Muggia è stata battuta a tappeto da rappresentanti di aziende che sono interessate a piazzare apparecchi per giochi. La conseguenza di quest’attività “promozionale” è che nel solo Centro di Muggia potranno essere quattro o addirittura cinque le nuove sale da gioco che apriranno a breve. Chi deve opporsi a questa evenienza che è giusto definire tragica per le conseguenze sui redditi, sulle famiglie, sui nostri giovani? E’ difficile per il singolo. Offerte di franchising con minimo garantito fatte a coloro che oggi hanno il negozio chiuso o sono magari in difficoltà sono tentazioni difficili da contrastare: avere 800/1000 euro mese garantiti in questo tempo di crisi fa gola. Chi deve opporsi – noi la nostra parte la stiamo facendo con volantinaggi, raccolta di firme e articoli - è la comunità intera e, per essa, i propri rappresentanti. Siamo invece di fronte al silenzio di tutti i partiti e

 

Leggi tutto...
 
Scongiurare lo tsunami sociale che incombe su Muggia: possiamo aspettarci qualcosa dal Comune? PDF Stampa E-mail
Venerdì 04 Novembre 2011 21:20

L'allarme è grandissimo. In pieno Centro Storico si annunciano di prossima apertura 3, diconsi tre, nuove sale gioco, una al posto dell'ex cartoleria Leonardo, una al posto del negozio di abbigliamento Luisa Sport, e una al posto del bar Katai . Sono ambienti centralissimi, tutti di notevole ampiezza, che sembrano destinati alle new slot . Le newslot rappresentano il prodotto di gioco di gran lunga più richiesto dal mercato. L'allarme sociale dovrebbe essere altissimo : la newslot è diventata un gioco “di massa”, che conta un elevato numero di “clienti”, che porta con se una importante componente di fenomeni di devianza . E' un fatto

Leggi tutto...
 
I clamorosi errori del Servizio rifiuti. E tentano di dare la colpa alla maleducazione dei cittadini PDF Stampa E-mail
Domenica 23 Ottobre 2011 22:37

Il servizio rifiuti pesa sulle nostre tasche.
Il servizio rifiuti incide in maniera molto pesante nelle tasche dei cittadini perchè costa moltissimo - ai muggesani circa 3 miliardi e mezzo delle vecchie lire all'anno - ed a totale carico dei cittadini, che coprono il 100% dei costi. Il servizio deve obbligatoriamente raggiungere elevati standard di raccolta differenziata, stabiliti da leggi uguali in tutta Europa. Questo significa che separare i rifiuti è obbligatorio esattamente come è obbligatorio per i veicoli circolare a destra. L'unica scelta che attiene ai comuni è l'organizzazione della raccolta.. Cosa, come e quando raccogliere lo scelgono i nostri amministratori . Se sono bravi adottano metodi che permettono ai cittadini di

Leggi tutto...
 
Il nostro Piano per Muggia PDF Stampa E-mail
Giovedì 13 Ottobre 2011 08:13

Il porto di Muggia pedonalizzatoNell'assemblea pubblica di Mercoledì 12 Ottobre abbiamo presentato il nostro Piano Integrato di Sviluppo Urbano Sostenibile. Pur consapevoli che in una cittadina che concede tutto alle automobili - basta vedere il nostro porto, il nostro possibile orgoglio ridotto a parcheggio selvaggio - non esistono le condizioni sociali, culturali e politiche per un qualsiasi cambiamento, l'occasione era troppo ghiotta . In  questo caso infatti è la stessa legge cui si devono chiedere finanziamenti a erogarli solo a piani di sviluppo urbano sostenibile, che significa qualità urbana, sicurezza, mobilità pedonale e biciclette. Di tutto questo non c'è traccia nella proposta comunale, che

Leggi tutto...
 
Una Transizione possibile PDF Stampa E-mail
Domenica 02 Ottobre 2011 21:27

COS’E’ LA TRANSIZIONE

La Transizione è un movimento culturale impegnato nel traghettare la nostra società industrializzata dall’attuale modello economico profondamente basato su una vasta disponibilità di petrolio a basso costo e sulla logica di consumo delle risorse a un nuovo modello sostenibile non dipendente dal petrolio e caratterizzato da un alto livello di resilienza.
Analizzando più a fondo i metodi e i percorsi che la Transizione propone, si scopre un universo che va ben oltre questa prima definizione e fa della Transizione una meravigliosa e articolatissima macchina di ricostruzione del sistema di rapporti tra gli uomini e tra

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 4

DOCUMENTI PDF

Cerca