Notificata la nostra diffida al Servizio Rifiuti del Comune di Muggia. Inizia la class action PDF Stampa E-mail
Venerdì 04 Febbraio 2011 18:27

 E' tutto scritto negli atti ufficiali della gara d'appalto sul servizio rifiuti. Gli uffici preparano il bando, la Giunta lo esamina e, come è sua facoltà, apporta una modifica . Il cambiamento introdotto è però sostanziale, tale da rendere necessario riscrivere tutta la parte incentivi/penalità , pena il mancato funzionamento del contratto. Ma non lo fanno, la gara va avanti così, monca. Risultato : raccolta

Leggi tutto...
 
Videocrazia del Bunga Bunga. I giorni del disonore PDF Stampa E-mail
Lunedì 24 Gennaio 2011 00:10

Nei giorni del disonore della Repubblica e soprattutto di noi italiani, che continuiamo il nostro tran tran quotidiano come se quanto è sotto gli occhi di tutti noi non ci riguardasse, sentiamo come mai prima d'ora tutta l'insufficienza, anzi l'incapacità di dare forma coerente al sentimento che ci agita. Così, a mò di spiegazione , mettiamo insieme momenti e situazioni diverse del recente passato, cartine di tornasole e annuncio  del Paese che siamo andati edificando. Una versione aggiornata del "panem et circenses", la

Leggi tutto...
 
Rifiuti: Una class action contro i Comuni di Muggia e Trieste PDF Stampa E-mail
Domenica 19 Dicembre 2010 22:26

 Il nostro impegno è la tutela dei diritti dei cittadini . Oggi le decisioni sul servizio rifiuti nei nostri Comuni (Trieste, Muggia, Duino Aurisina) le prende  Acegas con risultati fallimentari: Tasse altissime, raccolta differenziata bassissima.

Intervenite per dire la vostra sulla possibilità di determinare un decisivo cambiamento nella nostra Provincia nel settore rifiuti . Lo strumento lo abbiamo e si chiama class action.

 
Gomorra è qui: organizziamoci in class action contro gli amministratori di Trieste e Muggia PDF Stampa E-mail
Lunedì 29 Novembre 2010 00:07
 

I protagonisti della Gomorra nostrana si chiamano Di Piazza, Rovis, Nesladek, Paniccia e Pillon. Sono i Sindaci e gli assessori al servizio rifiuti dei comuni di Trieste e Muggia e il Presidente e l’amministratore delegato della municipalizzata triestina Acegas APS. I rifiuti, lo sapete bene, sono l’affare del secolo. Che tipo di affare? Dipende da chi ci mette mano. Perché i rifiuti hanno una particolarità: più i cittadini sono disorganizzati peggio funziona il servizio, e più guadagnano i gestori. Servizi inefficienti sono una dannazione per la gente e una manna dal cielo per chi deve raccogliere e trattare i rifiuti. Quello che vediamo in questi giorni a Napoli lo spiega molto bene. Strade piene di sacchi di immondizia, miasmi, inquinamento, malattie, e finanziamenti come piovesse , probabilmente a favore degli stessi che provocano il disastro. Che non sono i cittadini napoletani . Così, dove operano buoni amministratori e gestori efficienti sono le comunità a trarre dalla gestione  benefici economici (tariffe più basse), occupazionali ( la R.D. richiede molta manodopera) e un ambiente salvaguardato. Dove operano cattivi amministratori e gestori inefficienti i conti li pagano i cittadini con tariffe più alte, bassa occupazione e danni all’ambiente e alla salute. E sono i numeri, attuali e probabilmente futuri, a inchiodare i nostri protagonisti.

Leggi tutto...
 
Bati bati le manine che riverà..."Bombeta" Nesladek PDF Stampa E-mail
Domenica 14 Novembre 2010 23:39

L'ultima del nostro Sindaco è peggiore delle precedenti. Come faccia a superarsi in peggio è stupefacente. Eppure ci riesce. Quasi non volevamo riferirne, ma quando oggi Aung Suu Kyi , finalmente libera, ha tra l'altro affermato "Insieme decideremo quello che vogliamo, e per ottenerlo dobbiamo agire nel modo giusto,non c'è motivo di scoraggiarsi" , abbiamo ,pensato che se una che ha passato 15 degli ultimi 20 anni priva di libertà dice che non c'è motivo di scoraggiarsi, perché farsi vincere dallo sconforto per le nostre miserie?
E allora sotto con l'ultima impresa del Nostro,

Leggi tutto...
 
Il G.A.S. ha iniziato l'attività PDF Stampa E-mail
Venerdì 29 Ottobre 2010 21:02

28 Ottobre 2010 : abbiamo cominciato l'attività del G.A.S. , e consegnato le prime cassette di frutta e verdura bio. Puntiamo sulla qualità, sulla filiera corta, e il più vicino possibile (il Km zero nella nostra provincia è limitatissimo, ma lo faremo). Abbiamo cominciato con i prodotti  freschi : ma faremo anche il secco, quali la pasta, e poi l'olio e ... tanto altro. Speriamo. Non ci

Leggi tutto...
 
Zelig a Muggia PDF Stampa E-mail
Giovedì 21 Ottobre 2010 09:05

Mercoledì 20 Ottobre , Sala Millo. Con solo 12 mesi di ritardo, Assemblea Pubblica di presentazione della nuova biblioteca. Lo spettacolo offerto da amministratori e funzionari pubblici è Zelig,

Leggi tutto...
 
Disapprovo quello che dici ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo PDF Stampa E-mail
Lunedì 04 Ottobre 2010 21:31

Un membro della Giunta Nesladek ha fatto sequestrare le copie del nostro Vademecum Speciale dedicato alla nuova biblioteca. Le avevamo messe proprio in biblioteca, sul banchetto che da sempre ospita qualsiasi foglio di informazione locale. E' nella prassi della biblioteca accogliere gli opuscoli, le stampe di chiunque abbia qualcosa da comunicare, sia esso un avviso, una poesia o qualsiasi altra comunicazione scritta. La nostra Associazione lo aveva fatto molte altre volte.  Il nostro ultimo Vademecum parla proprio della biblioteca e fa i confronti tra l'attuale e il progetto della nuova. Quale posto migliore per informare gli iscritti sui progetti dell'amministrazione?
Non possiamo credere che il sequestro sia dovuto al fatto che nel Vademecum poniamo delle domande e muoviamo critiche alle scelte che la Giunta muggesana sta facendo con i nostri soldi. E allora, visto che chi ha disposto il sequestro ha concluso la sua biasimevole azione con un forte

Leggi tutto...
 
Loredana Rossi, l'Assessore Pinocchio che ci sta sfilando dalle tasche 2 milioni di euro PDF Stampa E-mail
Sabato 18 Settembre 2010 20:32

Fa pensare a Pinocchio, per la tendenza a nascondersi dietro facili menzogne. Pinocchio/Rossi , metafora del modo di intendere la politica dei nostri attuali Amministratori.Solo che a Lei non cresce il naso .
Vuole togliere alla fruizione di noi cittadini il luogo più bello che il nostro Comune ci mette a disposizione : la biblioteca . Non ci sono richieste da parte dei cittadini per uno spostamento, nè c'è chi si dichiara insoddisfatto dell'attuale collocazione (al contrario finora si sono manifestate solo opinioni e raccolte firme contrarie allo spostamento) . Ma Lei insiste. Se raggiungerà lo scopo, compirà un'impresa unica . Peggiorerà la situazione esistente e contemporaneamente ci sfilerà dalle tasche una cifra vicina ai 2 milioni euro,

Leggi tutto...
 
Piano anticrisi, ovvero come finanziarsi, con i nostri soldi, la campagna elettorale. PDF Stampa E-mail
Mercoledì 08 Settembre 2010 23:14

 Qualcuno ancora non sa cos'è il piano anticrisi di più di 2 milioni di euro varato dal nostro Comune? Assistendo all'ultimo consiglio comunale avreste capito. Non serviva nemmeno ascoltare quanto veniva detto dai consiglieri ,anzi. Bastava dare un'occhiata al pubblico presente. Pubblico insolito, non dei soliti aficionados o addetti ai lavori. C'erano i rappresentanti di alcune società sportive (Muggia Calcio, Interclub), la Parrocchia (Don Alex) e qualche altra associazione. Meritorie organizzazioni che tanto contribuiscono a tenere faticosamente in vita la loro attività e, con essa, la nostra asfittica comunità. Non erano però lì perché si sarebbe parlato di loro, ma in quanto

Leggi tutto...
 
Parenzana. Continua l'insopportabile provocazione slovena PDF Stampa E-mail
Sabato 28 Agosto 2010 19:06

E' la sindrome dei “primi della classe”. E' più forte di loro.
Già al tempo della Jugoslavia la Slovenia era, a sentirli, la Repubblica più efficiente.
E figurarsi ora, da indipendenti. Ci provocano da dieci anni.
E precisamente dal 6 Ottobre del 2000, quando i Sindaci di trenta Comuni dell'Istria Croata, Slovena, Italiana e del F.V.G. firmarono un accordo per il recupero del vecchio tracciato della Parenzana per farne “la strada della salute e dell'amicizia”. Da quel giorno non hanno mai smesso di cercare di umiliarci. Prima hanno

Leggi tutto...
 
Le biciclette invisibili e la politica dello struzzo PDF Stampa E-mail
Lunedì 23 Agosto 2010 22:30

Le vecchie mura che cingono il centro storico di Muggia hanno quattro porte. Quella sul mare, la Porta del Porto o Porta San Rocco, è piuttosto stretta e bassa. Per le automobili è un senso unico in uscita dal porticciolo: la segnaletica, per le automobili, è chiara. Per le biciclette invece la situazione è del tutto diversa. La segnaletica comunale semplicemente le ignora: invisibili ai vigili  e ai nostri Amministratori,  non

Leggi tutto...
 
21 agosto. Stiamo per andare in rosso PDF Stampa E-mail
Lunedì 16 Agosto 2010 21:22

La "sindrome della rana bollita". Una rana messa in pentola d'acqua fatta scaldare lentamente non è in grado di riconoscere il graduale , ma letale cambiamento. Come le rane, così molte persone sembrano incapaci di individuare le lente tendenze letali nelle quali lo sviluppo dell'economia e della popolazione rischiano di far bollire la nostra civiltà".

Leggi tutto...
 
Rifiuti, malaffare di Stato PDF Stampa E-mail
Domenica 08 Agosto 2010 20:53

La seconda tariffa più cara di tutti i capoluoghi, la più bassa percentuale di raccolta differenziata di tutto il nord e Centro d'Italia (praticamente peggio di Trieste  si fa solo nelle 4 regioni controllate dalla criminalità organizzata): questo il risultato di Acegas Aps. E non un amministratore, non un partito, non una organizzazione sindacale, non un cittadino, non un giornale che abbia qualcosa da dire in merito. Perchè ?
Perchè si tratta di rifiuti, il più grande affare e malaffare in Italia: 140 milioni di tonnellate di rifiuti (di cui 10/14 milioni "spariscono" ogni anno) che inquinano, avvelenano le falde acquifere, ammorbano l'aria, ci uccidono con le sostanze cancerogene. A Settembre vi racconteremo quanto sta succedendo a Muggia con il nuovo contratto di raccolta con il complice silenzio, e non solo, di amministratori e

Leggi tutto...
 
Un G.A.S. a Muggia PDF Stampa E-mail
Giovedì 29 Luglio 2010 13:29

 Pensiamo da tempo, e abbiamo ricevuto anche sollecitazioni e manifestazioni di interesse di singoli, a costituire un G.A.S., ovvero un Gruppo di Acquisto Solidale. Di cosa si tratta? Di una delle tante realta' nelle quali si sta realizzando una concezione alternativa dell'economia, ormai presenti in varie parti d'Italia in forma piu' o meno strutturata. Si chiama Gruppo di Acquisto "Solidale" per distinguerlo dai gruppi d'acquisto tout-court, che possono non presentare connotazioni etiche, ma essere solo uno strumento di risparmio. L'aspetto etico, o solidale, ci sembra il lato piu' importante, ma in effetti non e' il solo aspetto rilevante. Un GAS Muggia che possa costituire uno

Leggi tutto...
 
Storie locali e non PDF Stampa E-mail
Domenica 18 Luglio 2010 09:52

Nonostante i riferimenti ad atti e situazioni locali non è una storia muggesana perché l’Italia di oggi sembra precipitata  tutta in un abisso di cui non si vede ancora il fondo.Aspettando l’alba di un giorno migliore.


Nella assolata quiete della nostra provincia, mentre il cittadino comune scioglie le tensioni e le paure per l’incerto domani nel caldo mare sotto casa, i nostri amministratori sono anch’essi preoccupati per il futuro. E’ una paura diversa dalla nostra. Si chiamano elezioni comunali 2011

Leggi tutto...
 
Il futuro negato PDF Stampa E-mail
Domenica 27 Giugno 2010 23:15

Confessiamo: siamo impantanati. Dall'ultimo nostro post - 25 maggio - ne abbiamo scritti molti altri senza pubblicarne alcuno. E non è semplice spiegare perchè, visto che ci proviamo da giorni a trovare le parole per farlo. Il fatto è che fatichiamo ad essere

Leggi tutto...
 
LO SPOSTAMENTO DELLA BIBLIOTECA E L'ASSESSORE CHE NON VUOLE ESSERE CHIAMATA SIGNORA. PDF Stampa E-mail
Martedì 25 Maggio 2010 17:32

L'IMMAGINE CHE CI RISPECCHIA E' L'OMBRA CHE PROIETTIAMO CON LE NOSTRE AZIONIMaria viveva a Nazaret, in Galilea. E da 2000 anni per tutti i cattolici  Maria è  Nostra Signora. E il dizionario della lingua italiana, alla voce “signora”, così recita: titolo di massimo rispetto e cortesia con cui ci si rivolge a una persona. Roberta Tarlao è vissuta a Zindis, borgo di Muggia, e, a differenza di Maria (e di qualche miliardo di donne dell'intero Pianeta) considera improprio essere chiamata signora. Porgendole la mano al termine di un incontro infatti abbiamo pronunciato un rispettoso  “ Grazie signora”. La risposta, seccatissima, è stata :

Leggi tutto...
 
Vorticoso giro di denaro per un demenziale spostamento e ridimensionamento della biblioteca comunale PDF Stampa E-mail
Domenica 28 Marzo 2010 20:02

Con l’altisonante nome “ Sviluppo della rete bibliotecaria regionale, tutela e valorizzazione della biblioteca e valorizzazione del patrimonio archivistico” il Comune di Muggia intende progettare e poi procedere allo spostamento della biblioteca comunale dall’attuale collocazione, al primo piano del Centro Culturale Millo, ai Giardini Europa. Lo spostamento è quanto di più demenziale sia stato prodotto dall’attuale amministrazione. In un sol colpo si ottengono i seguenti effetti:
- si svuota il Centro Culturale Millo della sua attività culturale più significativa, la biblioteca; questo fa seguito allo spostamento della sala d’arte, cosicché nel Centro Culturale del Comune rimarranno soltanto uffici;
- l’attuale collocazione fa della biblioteca il luogo più bello messo a disposizione dei cittadini da parte del nostro Comune, ma incredibilmente ai nostri amministratori sembra non piacere, forse perchè non l'hanno mai frequentata;
- non risultano esserci richieste da parte dei cittadini per uno spostamento nè c'è chi si dichiara insoddisfatto dell'attuale collocazione; al contrario finora si sono manifestate solo opinioni e raccolte firme contrarie all’iniziativa dell'’assessore Rossi;
- la biblioteca, nella nuova collocazione, potrà usufruire al massimo di 10 mq meno degli attuali 225 mq, perché l’immobile comunale ora sede dei vigili e della mensa ha circa 215 mq su due piani;
- la biblioteca del Comune di Muggia ha circa 12.000 volumi e, per quelli che sono i parametri di riferimento, con i propri 13.400 abitanti potrebbe ambire a una biblioteca di 30.000 volumi. Nell’attuale collocazione ciò è possibile perché nello stesso piano ci sono uffici che potrebbero essere spostati altrove (p.es. al piano terra reso libero dallo spostamento della sala d’arte). In ogni caso nella nuova collocazione l’offerta non potrà che diminuire perché minore sarà lo spazio a disposizione;
- lo spostamento, il cui costo era stimato dall’amministrazione 700.000 euro, gode attualmente finanziamenti per 550.000 euro. Non siate tratti in inganno dalla parola finanziamenti, sono sempre soldi nostri, 55.000 dei quali sono per il progetto in via di assegnazione;
- lo spostamento ovviamente implicherà altre onerosissime spese perché dovrà essere trovata collocazione agli uffici attualmente ai Giardini Europa i cui spazi saranno occupati dalla biblioteca.
Riassumendo, per avere una biblioteca più piccola dell'attuale, senza ulteriore possibilità di espansione, in un luogo molto meno adatto e soprattutto meno accogliente e luminoso dell'’attuale, il nostro Comune intende dare inizio a una giostra che ci costerà un milione, un milione e mezzo di euro, come dire da due a tre miliardi delle vecchie lire.
Noi ne abbiamo già scritto nell’Ottobre scorso, e vi avevamo anche messo a disposizione la lettera da noi scritta in proposito all’assessore regionale alla cultura Molinaro. Abbiamo sperato in un ripensamento, ma né il Comune di Muggia ha inteso modificare alcunché, né Molinaro ci ha risposto. Così, tra pochi giorni, comincerà questo dissanguamento con l’assegnazione dell’incarico per la progettazione. Noi però confidiamo in due cose: per prima cosa nella protesta dei cittadini, speriamo proprio che vi facciate sentire. Per secondo contiamo su quanto successo a Osoppo e oggetto di cronaca proprio in questi giorni. A Osoppo, l’avrete sentito, l’Amministrazione comunale ha realizzato un nuovo depuratore, spendendo parecchi milioni. Si è scoperto che con 150.000 euro si poteva riparare il vecchio depuratore ed ora, giustamente, si parla di danno erariale, la cui responsabilità sarà in capo a coloro i quali decisero di realizzare un nuovo, inutile, depuratore. Questa vicenda si sposa in maniera perfetta alla nostra biblioteca, perché dietro a questa vicenda non c’è alcun miglioramento né ampliamento di servizio ma solo un vorticoso giro di denaro pubblico. E sempre nell’anno peggiore della finanza comunale. Non è meglio fermarsi ?

 
Il buco nero del Palacoop PDF Stampa E-mail
Domenica 21 Marzo 2010 20:38

Giugno 2009. Nel palazzetto di Aquilinia, di proprietà del Comune di Muggia, sta per rendersi disponibile la palestra adibita a fitness. Vengono contattate le società di judo e karate perché si sa che sono alla ricerca di una sistemazione. La palestra – comunale - sarebbe perfetta per loro ma l’affitto richiesto, 1.500 euro al mese onnicomprensivo, è troppo alto per le loro possibilità. Così rinunciano.
Marzo 2010. A 9 mesi di distanza, gli stessi che legittimamente ritenevano di non poter pagare 1.500 euro al mese, diverranno i gestori del Palacoop, la cui gestione costa di più. Non è legittimo pensare che l’operazione acquisto Palacoop diverrà l’ennesimo buco nero della'allegra finanza del nostro Comune, sempre con i soldi nostri? Vediamo

Leggi tutto...
 
Da inedificabile a edificabile con 150.000 euro PDF Stampa E-mail
Martedì 09 Marzo 2010 18:36

 Centocinquantamila euro: con questo obolo, definito interesse pubblico, il Comune di Muggia intende sanare l’insanabile e trasformare un lotto inedificabile in edificabile. La vicenda è nota e riguarda il complesso residenziale denominato Costa Alta. Noi ne abbiamo scritto su questo blog esattamente un anno fa, dopo che le nostre lettere all’Amministrazione comunale – inviate nel Settembre e Novembre 2008 – erano rimaste (come sempre) senza risposta. La sintesi della questione è semplice: il Comune di Muggia aveva rilasciato una concessione edilizia in una zona che il piano idrogeologico del nostro Comune definisce inedificabile . Chiunque conosca l’ubicazione di quegli edifici capisce immediatamente perché non si poteva né doveva edificare in quel lotto. Una scarpata franosa con

Leggi tutto...
 
10 DOMANDE AL SINDACO SU 50.000 EURO PDF Stampa E-mail
Lunedì 08 Marzo 2010 23:48

 Viviamo un periodo molto difficile . Sentite con quali parole inizia la relazione sul bilancio di previsione per il 2010 del nostro Comune : "La stesura del Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2010 avviene in una concomitanza di eventi che fanno di questo esercizio finanziario un vero e proprio annus horribilis. La concomitanza del taglio dei trasferimenti della Regione, il mancato trasferimento ICI dallo Stato, i maggiori oneri, generano una forte preoccupazione nella fase di stesura del bilancio che come è noto rappresenta il riferimento fondamentale di tutte le politiche economiche del territorio e sul quale ruotano tutte le attività dell'ente." Un vero grido d'allarme cui la relazione da corpo con tutta una serie di indicazioni di risparmi. La crisi colpisce anche la nostra comunità e dobbiamo mettere in campo tutta la nostra capacità di solidarietà nei confronti dei più deboli e di sobrietà nelle scelte di vita quotidiana. Vale per gli individui, per le famiglie, e, come abbiamo sentito, anche per la nostra casa comune.
Però, a poco più di un mese dall'approvazione di questa relazione, la Giunta comunale decide l'acquisto di una tensostruttura da 50.000 euro (quella utilizzata dalle Coop questo inverno durante la ristrutturazione del loro punto vendita). Noi fatichiamo moltissimo ad inserire questa scelta nel quadro descritto, a pochi giorni tra l'altro dall'essere stato reso pubblico il grave aumento della povertà nella nostra comunità. E' certo che da quest'anno un significativo importo  mensile, che il Sindaco ci farà conoscere, sarà assorbito da questo impianto. Siamo perplessi, sia in relazione al fatto che la nostra situazione impiantistica non è così deficitaria (soddisfa praticamente l'intera domanda), sia perchè, come lo stesso Comune ha sottolineato, siamo in un momento particolarmente difficile, sia perchè sono le esigenze di carattere sociale ed assistenziale le vere priorità attuali.
E quindi , per cercare di capire meglio e se possibile fugare le nostre perplessità, ci permettiamo di rivolgere 10 domande al nostro Sindaco Nerio

Leggi tutto...
 
Diamoci da fare, nonostante tutto PDF Stampa E-mail
Lunedì 01 Marzo 2010 22:35

Nonostante.
In un convegno organizzato dal PD provinciale sui Servizi comunali, il relatore Fabio Omero esordì così : " quando mi hanno chiesto di parlare di raccolta differenziata devo dire che mi sono preoccupato. Perchè non ne so nulla. Ricordo, nei miei viaggi giovanili in campeggio in Germania, i bambini che la facevano, separando le bottiglie anche per colore. E' l'unica esperienza di raccolta differenziata che ho conosciuto." Omero poteva fermarsi qui, sia per il poco detto poi, sia perchè, in maniera assolutamente involontaria, l'incipit era perfetto . Come dire meglio ! La raccolta differenziata è così semplice che la possono fare anche i bambini. La nostra classe politica non ne sa nulla .

Nonostante.
L'inceneritore di Acegas APS è

Leggi tutto...
 
Da non credere PDF Stampa E-mail
Venerdì 12 Febbraio 2010 19:12

 Da non credere. Giovedì 11 Febbraio, ufficio del Sindaco. Sesto incontro con l’amministrazione. Ormai da cinque mesi portiamo avanti (si fa per dire) una proposta di collaborazione con il nostro Comune al fine di incrementare la raccolta differenziata dei rifiuti . I precedenti incontri non ci fanno sperare nulla. Lo svolgimento è stato sempre identico. Per cinque volte l’assessore Bussani ci ha chiesto e richiesto di illustrare la nostra proposta, e lui diligentemente a prendere appunti, per tornare sempre al punto di partenza. Un po’ come quegli interrogatori di qualche polizia segreta dove per giorni e giorni le domande sono sempre le stesse. Con Bussani era così. E alla fine

Leggi tutto...
 
Rifiuti nel caos. Bussani travolto PDF Stampa E-mail
Sabato 23 Gennaio 2010 23:28

- Mercoledì 20 Gennaio ore 11.00
sala del Consiglio comunale di Muggia – incontro tra l'Amministrazione Comunale (Sindaco Nesladek e Assessore all'Ambiente Bussani) e i promotori del progetto di volontariato nel settore raccolta rifiuti ( associazioni Impronta Muggia e Ambiente e Vita, Pallacanestro Interclub e Parrocchia). L'amministrazione comunale respinge il progetto .
- Nel pomeriggio dello stesso giorno
Si riunisce la Giunta di Muggia. Il Sindaco comunica di avere ritirato la delega all'Ambiente all'assessore Edmondo Bussani .Il tutto nel lasso di tempo tra la fine dell'incontro del mattino e la Giunta del pomeriggio. E nel momento in cui sta per

Leggi tutto...
 
Auguri, salute, bori e tempo de goderli 2010 PDF Stampa E-mail
Lunedì 04 Gennaio 2010 19:26

E' finito un anno e ne è cominciato uno nuovo. Come sempre è tempo di bilanci. Guardando all'Ambiente, nella nostra Provincia è terminato un anno ancor più straordinario del precedente. Siamo sulla strada buona per realizzare il/i rigassificatore/i e la TAV .E, con l'avvenuta approvazione del nuovo Piano del Porto che prevede l'interramento del Vallone di Muggia, siamo alla vigilia del decollo planetario della nostra economia. Non ci riesce di calcolare le migliaia di miliardi di euro di investimenti in gioco, ma se quanto i nostri amministratori stanno programmando per noi andrà a buon fine ci cambieranno la vita: treni superveloci, passando sotto Roiano e la Val Rosandra ci

Leggi tutto...
 
Cittadini di serie B PDF Stampa E-mail
Giovedì 31 Dicembre 2009 09:36

La nostra associazione  assieme a Ambiente eèVita,Parrocchia e  Pallacanestro Interclub, si è fatta portatrice nei confronti del Comune di Muggia di una proposta di volontariato di raccolta differenziata porta a porta spinta. La proposta volevamo illustrarla nel convegno del 19 Dicembre 2009 purtroppo saltato per la neve.  Organizzeremo un nuovo incontro in Gennaio per parlarne diffusamente. Intanto, riflettendo su come si è snodato il confronto con il Comune di Muggia, cui abbiamo inviato la richiesta di incontro per illustrare il progetto nel Settembre scorso, vogliamo fare una considerazione di carattere generale sul rapporto tra cittadini, loro organizzazioni e lo Stato. Noi abbiamo messo in conto, volendoci occupare di raccolta differenziata dei rifiuti, di

Leggi tutto...
 
Convegno "il Tesoro Rifiuto" PDF Stampa E-mail


  SABATO 19 DICEMBRE ore 10.00 Sala Millo - Muggia  

rinviato per neve

La provincia con la più bassa percentuale di raccolta differenziata di tutto il Nord Italia, la città capoluogo con la seconda tassa rifiuti più cara d'Italia, amministratori insensibili al problema, incapaci e non intenzionati ad applicare la legge che prevede il raggiungimento del 65% di R.D. entro 36 mesi .

 A Muggia,  è in corso l'appalto per l'aggiudicazione del Servizio Rifiuti per il prossimo triennio : 5 milioni di Euro di contratto senza alcun dibattito con i cittadini .

Del "Tesoro RIFIUTO", di quello che noi cittadini possiamo fare parleremo Sabato 19 Dicembre a Muggia, nella sala Millo.

Vi aspettiamo.

 
Muggy, il principe della raccolta. Il Comune sperpera 18.500 Euro : terza, e definitiva, puntata. PDF Stampa E-mail
Domenica 22 Novembre 2009 23:31

Si tratta di più di 30 milioni delle vecchie Lire.  E se l’Amministrazione Comunale avesse destinato la somma alla nostra scuola elementare -inutile dire quanto ne abbia bisogno - attraverso l’indizione di un concorso di idee tra i nostri scolari ( che avrebbero sicuramente trovato qualcosa di intelligente e simpatico), avremmo potuto lasciar perdere. Soprassedere sulla inutilità e illegittimità della gara indetta dal Comune di Muggia,  viziata dal fatto che è già in vigore un contratto che obbliga l’attuale gestore del servizio rifiuti  a fornire gli identici servizi posti in gara. Invece con l’idea “Muggy”, il principe della raccolta, la Domino s.r.l. di Udine ha destato l’entusiasmo dei funzionari del Comune

Leggi tutto...
 
Stop al consumo del territorio PDF Stampa E-mail
Mercoledì 18 Novembre 2009 18:02

Milano, anni ’60. Ricordo bene. Muovendosi  dal centro ,verso sud come verso nord, est od ovest, in ogni direzione, fino all’ultimo lembo cittadino Milano era compattamente città, con piazze, strade, scuole, negozi, e l’animazione tipica dei centri urbani. L’aperta campagna arrivava di colpo, le case coloniche sparse tra distese di campi. Rimanevo sempre colpito, nelle uscite fuori porta, da quanto fossero vicini e contemporaneamente lontani città e campagna. In quegli stessi anni a Opicina si andava in villeggiatura . Era lì, ad un passo da Trieste , ma era un altro mondo. E a Trieste vivevano il doppio di quanti ci abitano ora, lo stesso a Milano. Questo tipo di trasformazione per Roma capitale  –non è un caso, è proprio vero che il pesce puzza sempre dalla testa -  è stata  persino peggiore : i romani sono stati sventagliati in fantomatici centri residenziali eretti dal nulla nella ormai ex campagna romana, privi di servizi e collegamenti. Il nostro Bel Paese oggi è così, siamo stati spalmati sul territorio : dove esistevano paesi, comuni, identità municipali, troviamo

Leggi tutto...
 
TECNOLOGIE PER LA BONIFICA E DESTINAZIONI DELLE AREE EX AQUILA : SCELTE DA RIPENSARE PDF Stampa E-mail
Lunedì 09 Novembre 2009 20:16

Il nuovo megacentro commerciale "Valle delle Noghere", che ha recentemente ricevuto l'approvazione del Consiglio Comunale di Muggia, merita una riflessione sul perché di quella -e altre - scelte nelle aree Ex Aquila. Per una migliore comprensione è opportuno un breve riassunto dei fatti . 

Per 50 anni la raffineria Aquila è stata fonte di lavoro ben retribuito per centinaia di lavoratori della nostra Provincia. Come sempre accade con questo tipo di industrie, il rovescio della medaglia è stato

Leggi tutto...
 
350 PDF Stampa E-mail
Mercoledì 28 Ottobre 2009 16:16

papantla-veracruz-mexico Cosa significa il numero 350?
350 è il numero più importante del mondo - è quello che gli scienziati dicono sia il limite di sicurezza superiore per il biossido di carbonio nell'atmosfera.
Due anni fa, dopo che i migliori climatologi hanno osservato la rapida fusione del ghiaccio nell'Artico e altri segni spaventosi dei cambiamenti climatici, hanno pubblicato una serie di studi che dimostrano come il pianeta sia di fronte ad un disastro umano e naturale, se le concentrazioni atmosferiche di CO2 rimarranno superiori a 350 parti per milione.
Tutti, da Al Gore ai migliori scienziati del clima delle Nazioni Unite hanno abbracciato questo obiettivo come necessario, per stabilizzare il pianeta e prevenire il disastro completo. Ora il trucco sta nel far si che i nostri leader prestino attenzione e attuino politiche che metteno il mondo sulla strada giusta per arrivare a 350.

350 è scientificamente possibile?
Adesso, soprattutto poiché abbiamo bruciato così tanti combustibili fossili, la

Leggi tutto...
 
Centri Commerciali e viabilità: chi governa il territorio? PDF Stampa E-mail
Domenica 11 Ottobre 2009 22:36

                                                                           Ecco, i nostri amministratori ci governano così. Emblematico l'episodio che mi è stato raccontato che vede protagonista l'ex Sindaco di Muggia Roberto Di Piazza. Una domenica di questa primavera, mentre è al lavoro al suo Despar di San Rocco, lo incrocia un consigliere comunale di Muggia. E' uno della sua parte politica, e si è alla vigilia del voto in Consiglio Comunale – sia a Muggia che a Trieste - sul nuovo Piano del Porto. Il consigliere, preoccupato, dice a all'ex borgomastro: “ma Roberto, te ga visto el Piano, praticamente vien interrà el Vallon de Muja, el novo molo ottavo ne rivarà fin soto le finestre. No podemo chieder qualche modifica, almeno che i scurti un poco el molo? ” E Di Piazza placidamente: “No servi modificar el Piano, vota pur tranquilo, noi farà mai quel che xe previsto, dove i trova i bori? ” Della serie “come pianificare cose che non stanno in piedi”.
Oppure, sempre per capire come siamo localmente amministrati, può servire la seguente domanda: il Sindaco di Muggia Nerio Nesladek è favorevole o contrario al rigassificatore ? Penserete che è contrario, perché

Leggi tutto...
 
Soldi nostri PDF Stampa E-mail
Lunedì 05 Ottobre 2009 19:41

                                                     Soldi  DUE AVVERTENZE .
1 - Per una miglior comprensione del post è utile leggere il precedente, VOTA ANTONIO, almeno la parte relativa al Piano Energetico Comunale.
2 - Qui raccontiamo di uno (dei tanti) sprechi dei nostri soldi; ovviamente , quando è il Comune lo "sprecone", ciò non avviene perchè qualcuno mette le mani in cassa. Vengono scritti dei provvedimenti di spesa( possono essere determine, delibere di Giunta o delibere del Consiglio). Il linguaggio può essere, per questa ragione, un pò più ostico. Però, fare la fatica di imparare un pò come si utilizzano i soldi pubblici (i nostri) è un gran bene per tutti.
Buona lettura. 


Avete bisogno di qualche migliaio di Euro per una spesa improvvisa e non sapete dove reperirli? Ma è facile : andate al Comune di Muggia . Un incarico, meglio se inutile, non lo negano a nessuno! Beh, non proprio nessuno. Se siete impegnati in attività socialmente utili - società sportive, assistenza , o altro - non è aria. Lo sanno bene le associazioni ambientaliste impegnate nella difesa del nostro territorio. Ma se siete

Leggi tutto...
 
Vota Antonio, vota Antonio! E io pago. Gli sprechi di cui siamo tutti responsabili. PDF Stampa E-mail
Domenica 27 Settembre 2009 19:35
Scrive Ilvo Diamanti, nel suo bel libro Sillabario dei tempi tristi : "In fondo, chi può stabilire se questi tempi siano o meno tristi? Ovviamente: chi li vive. Chi li attraversa e li valuta. In questo caso, la mia tristezza dipende e deriva dalla 'mia' difficoltà ad accettare quel che mi avviene intorno. Faccio fatica e anzi non riesco a riconoscermi in questo territorio informe, in questa plaga immobiliare per me senza senso; dove le relazioni personali sono povere e rarefatte, dove le persone si chiudono e si isolano, comunicano attraverso i cellulari, internet, i social network, dove le paure sono le lenti degli occhiali con cui guardiamo gli altri e il mondo, dove il mondo e gli altri arrivano nelle case e agli occhi delle persone attraverso i media, dove
Leggi tutto...
 
Buone notizie cercasi. PDF Stampa E-mail
Venerdì 11 Settembre 2009 22:41

Rieccoci.
Ci siamo concessi una pausa, di origine non proprio ferragostana . Volevamo, per non essere scambiati per catastrofisti o per inguaribili rompiballe, semplicemente riprendere con qualche buona notizia. L’attesa però si prolunga, e intanto si allunga l’elenco delle cattive/pessime, e allora riprendiamo.
A dire il vero nell’ultimo mese qualcosa di positivo c’è stato.
 Per  primo citiamo la

Leggi tutto...
 
Il nostro territorio POLO ENERGETICO NAZIONALE. Ne vale la pena? PDF Stampa E-mail
Giovedì 06 Agosto 2009 21:59

Con la passione che contraddistingue l’uomo, il Sindaco Di Piazza ha di recente scritto, sulle pagine del quotidiano locale, l’ennesimo intervento a favore di Trieste polo energetico nazionale. Il suo non è stato, al solito, un invito al dibattito, perché si è premurato di definire la cornice del suo argomentare, che suona così “adesso vi spiego quale grande occasione per Trieste e la sua economia siano il rigassificatore e la connessa centrale termoelettrica Lucchini; chi dice cose diverse fa demagogia”. Sinceramente il vecchio “ o te magni sta minestra o te salti dalla finestra” era forse brutale ma almeno onesto, perché il destinatario sapeva di avere preclusa ogni possibilità di scelta. Oggi che, almeno teoricamente, le scelte sono nelle nostre mani, il nostro massimo rappresentante locale esclude che esistano alternative “non demagogiche”. Le cose però non stanno come le descrive il Sindaco di Trieste, che nel suo spot energetico non ne dice una vera. Egli infatti mente

Leggi tutto...
 
Samurai muiesani PDF Stampa E-mail
Lunedì 20 Luglio 2009 21:36

 I veci come mi se ricorderà de sicuro. La 2^ guerra mondiale xe finida nel '45. No per tuti. No per Trieste, non per i istriani, e gnanca per i giaponesi. Ogni tanto infatti, l'ultimo nel 1974, 29 anni dopo la fine de la guera, dalle foreste dell'Indocina saltava fora un soldato giaponese. I iera stadi mandai soli, al servizio dell'imperatore del Sol Levante, ma co lu ga firmà l'armistizio nisun li ga avertidi. E lori là, anche 29 anni. Ostia, ubidienti, ma i iera anche pericolosi. Quei che gaveva la contraerea, con l'ordine "spara a tuto quel che svola se sconosciuto" i ga anche tirà zo un per de aerei de turismo.
A Muia più de qualchedun de la vecia famiglia comunista me ricorda

Leggi tutto...
 
Per opporsi all'interramento del Vallone di Muggia e al rigassificatore PDF Stampa E-mail
Giovedì 16 Luglio 2009 23:17

                                          L'occasione unica era data dall'essere Muggia e Trieste i Comuni su cui insiste l'Autorità Portuale. L'Autorità Portuale è unica. Come unico è il Piano Regolatore del Porto. Come unico è il Comitato che la governa di cui Muggia fa parte. C'erano tutti i presupposti per almeno provare a fermare l'iter autorizzativo del rigassificatore, che per procedere doveva passare attraverso il parere del Consiglio Comunale di Muggia. Se il Sindaco di Muggia non avesse vinto la battaglia avrebbe perlomeno dimostrato di voler difendere fino in fondo gli interessi dei propri concittadini. Era una battaglia da farsi, in palio c'era la stima dei muggesani e il diritto a rappresentarli tutti. Il Nostro pusillanime invece, avendo in mano carte vincenti , ha preferito svendere la propria autonomia e le prerogative di Sindaco. Ed è corso dal Presidente dell'Autorità Portuale Boniciolli (proprio una parte terza, non interessata) a farsi spiegare di essere impotente. Un vero eroe. Ma il suo peggio non sta nell'aver costruito per se e per il proprio consiglio comunale questo alibi pilatesco, ma nel condividere Il Piano del Porto nel suo insieme. La filosofia del Piano è semplice: tutte le attività portuali sono trasferite nel Vallone di Muggia, che viene in buona parte interrato (2 milioni di metri quadri). Se mai verrà realizzato il Piano la bora non alzerà più onde schiaffeggiando il mare perchè non ci sarà mare davanti a Muggia, ma solo moli fin quasi dentro il Centro Storico. Cambierà anche il nostro clima. E questo al nostro Sindaco piace.

Leggi tutto...
 
Il Comune di Muggia sperpera 18.500 Euro - Seconda puntata PDF Stampa E-mail
Giovedì 09 Luglio 2009 20:05

FolliaNella prima puntata scrivevamo che l'assessore del Comune di Muggia Edmondo Bussani è un caso unico: quando prende una decisione sbagliata puoi star sicuro che non la rivedrà mai. Ovviamente siamo stati facili profeti, ma la cosa non ci fa alcun piacere. Cosa è successo?
Alla nostra denuncia di sperperare il nostro denaro è seguita una interrogazione da parte di un consigliere comunale e anche un articolo sul quotidiano locale. E nello stesso articolo, la replica di Bussani : «Nessun doppione: il contratto con Italspurghi

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 4

Cerca