IL COMUNE DI MUGGIA

 Al Comune  va chiesto :
a) un piano d’azione a favore dell’ambiente;
b) l’ assunzione come valore fondante nei rapporti con i cittadini la trasparenza,  per formare, promuovere e diffondere una cultura di efficacia ed efficienza.


Piano a favore dell’ambiente

Innanzitutto  il miglioramento dell’efficienza energetica e l’eliminazione degli sprechi, che liberano risorse in tempi relativamente brevi sulla “bolletta energetica” dell’ente.
Nel Riscaldamento (sistema con tandem/cogenerazione; -40% (spesa attuale 180.000 Euro); nell’ illuminazione ( led e lampade a fluorescenza; -70%  /spesa attuale 330.000 Euro); ; con la riqualificazione energetica degli edifici pubblici per contenerne i consumi  , abbinando al risparmio l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili; concessione tetti immobili comunali e aree comunali per realizzazione di impianti fotovoltaici privati; con l’eliminazione dell’uso della Carta; adottando un Software libero; con gli acquisti attraverso gare on line). Nei soli settori riscaldamento e illuminazione è ipotizzabile un Risparmio annuale di 100.000-250.000 Euro.
 L’attivazione della raccolta differenziata dei rifiuti (compiendo azioni di educazione nei confronti della cittadinanza –  affinché si adottino nuovi stili di vita mirati alla riduzione della produzione pro-capite dei rifiuti;
l’ utilizzazione dell’acqua del rubinetto nella mensa scolastica (e negli uffici comunali), producendo  meno rifiuti, meno inquinamento, facendo risparmiare il Comune e permettendo una riduzione della retta per i cittadini-utenti del servizio.
Il sostegno alle scelte favorevoli ad una Mobilità sostenibile, per ridurre la  centralità dell’ uso dell’automobile attraverso il  potenziamento del trasporto pubblico, dei percorsi pedonali e delle piste ciclabili.

Trasparenza – Una nuova democrazia comunale
Assumere come valore fondante La trasparenza , per cui è necessario:
1)concorrere ad individuare procedure atte a garantire la trasparenza e rafforzi l’integrità;
2)concorrere ad individuare procedure atte a garantire tempi certi di risposta, scadenze fisse da rispettare;
3)formare, promuovere e diffondere una cultura di efficacia ed efficienza;
4)concorrere ad individuare, approfondire, comparare e promuovere gli strumenti e le procedure utili ed idonee all’attuazione di corrette forme di partecipazione e controllo ;

E’ necessario inoltre introdurre nuove forme di esercizio della democrazia, finalizzato a trasformare il nostro Comune, da luogo di amministrazione burocratica in luogo di autogoverno partecipato , facendo sentire i cittadini informati e partecipi, non isolati, ignoranti e impotenti.
In un tale contesto i cittadini sono chiamati   a giocare un ruolo significativo nel processo decisionale.  Aiutano politici e amministratori a governare meglio e a colmare il divario che troppo spesso li separa dalla comunità.
Questa nuova forma di esercizio della democrazia, la cui definizione delle forme attraverso cui si esprimerà è bene tocchi ai cittadini stessi. vanta un certo numero di prerogative  particolarmente importanti.
1.Innanzitutto essa è potenzialmente, pur se non necessariamente, in grado di generare decisioni migliori, poiché nel corso del dibattito si procede a una ridefinizione dei problemi e si propongono nuove mediazioni e soluzioni.
2.In secondo luogo le decisioni acquistano maggiore legittimità se derivate dal processo di deliberazione, in quanto non prodotte separatamente da un piccolo gruppo ma da una pluralità di persone, alcune delle quali possono anche non condividere la decisione finale, ma tutte riconoscono la legittimità della procedura attuata.
3.Terzo in ordine di citazione, ma non di importanza per i nostri obiettivi, la deliberazione promuove le virtù civiche insegnando alle persone ad ascoltare, a essere più tolleranti e spesso a costruire rapporti di fiducia reciproca.

E’ possibile ? Come possiamo arrivarci?  Sono necessarie le seguenti condizioni, tutte a carico dell’apparato comunale, dello spirito di servizio e orgoglio professionale dei pubblici amministratori:

Spirito di servizio - Entusiasmo -Trasparenza - Imparzialità - Efficienza - Economicità

L’insieme dei dipendenti comunali deve essere coinvolto in un processo di mobilitazione, che ridia entusiasmo e valorizzi lo spirito di servizio. I “comunali” devono ritornare a ispirare fiducia, e adottare comportamenti tali da evidenziare la voglia di trasparenza, imparzialità, efficienza .  Il rapporto con i cittadini deve avere come valore fondante la trasparenza, per ridare ai   cittadini la convinzione che si possa cambiare qualcosa ( a fronte dello sfascio percepito dello Stato), per convincerli che il Comune  sta davvero dalla parte dei cittadini, e non spreca le sue risorse.  La trasparenza è necessaria al cittadino perché lo invoglia a sentirsi parte integrante di un meccanismo virtuoso di cui lui è protagonista. Ma serve anche all’amministrazione per capire o orientarla meglio verso criteri di economicità , efficacia ed efficienza.

Tali principi  dovranno essere garantiti attraverso:
- la piena accessibilità dell’informazione per tutti
   i cittadini (rinuncia alla segretezza degli atti);
-  la definizione di scadenze fisse da rispettare ;
-  una politica di bilancio   improntata al massimo rigore.
 

Cerca